Reggio Calabria, extracomunitario sequestra una disabile. La chiude in camera, lucchetto alla porta

domenica 26 Luglio 8:27 - di Paolo Sturaro
extracomunitario

Camera sbarrata, lucchetto alla porta, disabile impossibilitata a uscire. La polizia ha arrestato in flagranza di reato un 45enne extracomunitario. L’accusa: sequestro di persona ai danni di una connazionale disabile. Gli agenti di Bovalino (Reggio Calabria) hanno dato esecuzione all’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari. L’uomo ha 45 anni ed è ospite nel Centro di Ardore.

L’extracomunitario ha chiuso con il lucchetto

Dopo una segnalazione, l’intervento degli uomini in divisa. Hanno verificato che l’uomo aveva rinchiuso all’interno della propria stanza una connazionale disabile. Poi si era allontanato dalla struttura.  La porta della camera all’interno della quale si trovava la vittima era chiusa dall’esterno con un lucchetto. Gli agenti hanno prestato immediato soccorso alla disabile entrando attraverso la finestra.

Atteggiamento possessivo e prevaricatore

L’atteggiamento dell’extracomunitario ha determinato la decisione della misura coercitiva. Questo, per impedire il verificarsi di ulteriori simili episodi. L’uomo è apparso di indole possessiva e prevaricatrice nei confronti della donna, giovane e vulnerabile.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica