Reddito di cittadinanza, beffa infinita: una nota spacciatrice lo riscuoteva perché “disoccupata”

mercoledì 29 luglio 10:46 - di Massimo Baiocchi

Era già conosciuta dalle forze dell’ordine per spaccio di stupefacenti. Ma, nonostante questo, percepiva il reddito di cittadinanza. I carabinieri l’hanno arrestata al termine di un’indagine che ha visto i militari pedinare a lungo diversi consumatori al fine di ”mappare” i loro spostamenti. Alla fine hanno individuato la pusher presso la quale si rifornivano quotidianamente.

La pusher con il reddito di cittadinanza

Allora i carabinieri hanno assistito a vari appuntamenti decisamente sospetti fra la 36enne e alcuni noti consumatori di cocaina della zona, seguendo la pista legata al mondo dello spaccio di droga, che alla fine si è rivelata quella giusta.

Percepiva l’assegno perché “disoccupata”

Infatti, nel corso dell’indagine, sono emersi elementi che hanno inequivocabilmente dimostrato come la donna, che percepiva il reddito di cittadinanza perché “disoccupata”, fosse solita ‘”arrotondare” i suoi guadagni con lo spaccio di cocaina. Inoltre, hanno scoperto che – pur mantenendo la residenza a Carrara presso i propri genitori – di fatto abitava da tutt’altra parte. E cioè in una casetta che si trova in località Fossone, ai confini con Luni.

Il blitz che ha portato all’arresto

Proprio nei paraggi di questa seconda abitazione i carabinieri hanno fatto scattare il blitz che ha portato al suo arresto. La 36enne si trovava alla guida della propria autovettura. Dopo un’iniziale reticenza ha consegnato la droga nel momento in cui ha capito che i militari dell’Arma l’avrebbero portata in Caserma per procedere ad una più accurata perquisizione. È stata lei stessa ad ammettere che era sua intenzione ricavare dal quantitativo di cocaina che aveva con sé almeno undici dosi. Che poi avrebbe rivenduto al prezzo di 80 euro al grammo, versione che ha ripetuto anche al Giudice durante l’udienza di convalida.

Reddito di cittadinanza e mercato della cocaina

La spacciatrice non ha negato nemmeno di aver messo in piedi a Carrara un mercato della cocaina, che portava avanti già da qualche mese. La donna è stata quindi arrestata e la droga sequestrata.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica