Milano, minuti di terrore in un bar: marocchino aggredisce una donna con i cocci di bottiglia

lunedì 6 luglio 9:43 - di Paolo Sturaro
marocchino

Grande paura in un bar di Milano. Un marocchino di 41 anni è stato denunciato dopo aver aggredito la titolare del locale di via Brenta, intorno a mezzanotte. Tutto ha avuto inizio quando la donna, 40 anni, non ha voluto servire da bere all’immigrato. L’uomo, infatti, era giù parecchio ubriaco.

L’aggressione violenta del marocchino

A quel punto hanno avuto inizio minuti interminabili per le vittima. Il marocchino, quarantunenne, l’ha infatti colpita al braccio destro con dei cocci di bottiglia. Poi ha danneggiato la vetrina del bar. Una situazione di forte pericolo per la donna. Fortunatamente sono intervenuti i carabinieri, che hanno bloccato l’aggressore e l’hanno accompagnato all’ospedale San Paolo, da cui è stato dimesso con sette giorni di prognosi per trauma cranico e ferite alle mani.

La vittima è finita al Policlinico

Su dsposizione del pm di turno hanno deferito il marocchino in stato di libertà per lesioni personali, danneggiamento e violenza privata. La donna ferita è stata dimessa dall’ospedale Policlinico con 15 giorni di prognosi per ferita superficiale all’avambraccio.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica