Mdma, la droga da sballo. È allarme: «Così stanno avvelenando i nostri ragazzi»

venerdì 24 Luglio 15:30 - di Guido Liberati

“Vogliono avvelenare i nostri ragazzi”. Con queste parole Antonio Pignataro, questore di Macerata, commenta l’operazione antidroga di queste ore. E lancia l’invito a tenere alta la guardia. Due albanesi arrestati e due chili e mezzo di Mdma sequestrati. È il bilancio di un blitz effettuato nella notte della Squadra Mobile di Macerata, al termine di una indagine che durava mesi e che ha accertato il consumo sempre più massiccio di droghe sintetiche da parte dei giovani.

“Mdma distrugge il cervello”

“Vogliono avvelenare i nostri ragazzi – ribadisce il questore Antonio Pignataro, da sempre impegnato contro i negozi di cannabis light – Trasmettere loro il messaggio che la marijuana sia una droga leggera e addirittura legale ha prodotto effetti dirompenti, con crescita esponenziale di consumatori che oramai richiedono sostanze sempre più forti (come la Mdma) che causano severe patologie psichiche e fisiche”.

 

La battaglia del questore di Macerata contro le droghe “leggere”

“La marjuana è la porta d’ingresso – sottolinea il questore di Macerata – Abbiamo la colpa di avere dato una visione falsata della realtà ai nostri ragazzi, dicendo che è legale e non ha nessuno effetto. Invece, è questa la conseguenza. Dalla marijuana si passa a questa sostanza chimica che produce effetti dirompenti sul cervello”.

Mdma (meglio conosciuta come Ecstasy)

MDMA (Ecstasy) è una droga illegale che agisce sia come stimolante, sia come psichedelico, producendo un effetto energizzante, nonché distorsioni del tempo e nelle percezioni e incrementa la percezione di esperienze tattili.
Chi usa l’MDMA puó incontrare problemi simili a quelli sperimentati da chi usa anfetamine e cocaina

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica