Focolai in Basilicata, Bardi dice basta: “Impedirò l’arrivo di altri migranti con ogni mezzo”

mercoledì 22 luglio 16:45 - di Guido Liberati

”La vicenda di questi nuovi focolai di infezione in Basilicata ha fatto registrare la mia dura protesta nei confronti del governo. Nel caso che il ministero degli Interni volesse destinarci ulteriori arrivi di migranti extracomunitari. E laddove non si effettuassero tutti i protocolli sanitari previsti, mi vedrei costretto nei modi e nelle forme di legge ad impedire ulteriori accessi o presenze in Basilicata”. Così il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, in una relazione al Consiglio regionale dopo i 36 casi di positività al coronavirus. Sono tutti migranti bengalesi arrivati a Lampedusa l’11 luglio e trasferiti in Basilicata. Attualmente sono nelle strutture di accoglienza a Potenza e Irsina (Matera).

Basilicata: arrivati 36 migranti infetti

Le positività sono state riscontrate a Potenza (26 positivi su 50 migranti del Bangladesh sottoposti a tampone) e Matera (10 positivi su 12 migranti, sempre da Bangladesh).

”Ho immediatamente chiesto al presidente del Consiglio e al ministro degli Interni di impedire che ulteriori vicende di questo genere abbiano a verificarsi. Con i prefetti di Potenza e Matera ho immediatamente disposto la quarantena totale per questi ospiti. Non è mia intenzione buttare al vento i sacrifici che questa comunità ha fatto durante i durissimi mesi del lockdown. Ho chiesto al Governo, nella sua interezza, di predisporre all’arrivo dei migranti profilassi sanitarie in grado di impedire che fatti di questo genere abbiano ancora a verificarsi”.

“La regione rimane ospitale, ma garantiamo la sicurezza”

La Basilicata ”rimane ed è una regione ospitale” ma ”ha il diritto di pretendere da chi ci governa misure adeguate ad impedire che qui in Basilicata attecchiscano nuovi focolai di infezione”, ha sottolineato Bardi ribadendo che ”la Basilicata continua ad essere una terra sicura”.

Bardi ha quindi rivolto un appello in aula a trovare ”una sintesi comune tra tutte le forze politiche presenti in Consiglio. Una soluzione che dia ulteriore forza al governo regionale nel difendere il diritto alla salute dei lucani. Pur garantendo l’ospitalità per chi viene nella nostra regione nel rispetto delle leggi nazionali”.

Per il governatore lucano ”le strutture sanitarie hanno dimostrato di intercettare e di chiudere sul nascere questo ed altri focolai di infezione. In quanto, come è evidente, nella prevenzione c’è una delle chiavi di vittoria rispetto al propagarsi del Covid. Questa è stata la nostra stella polare durante tutto il periodo dell’emergenza e continua ad esserlo tuttora”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica