Vergognoso, Carofiglio insulta centrodestra e italiani: «Martedì in piazza un manipolo di gente sudata»…

sabato 6 giugno 14:17 - di Chiara Volpi
L'ex membro dem e scrittore Gianrico Carofiglio foto Ansa

Ci mancava solo lui: e Carofiglio insulta italiani e centrodestra in diretta tv. Poteva mai mancare all’appello? E così, dopo le parole di Pier Luigi Bersani ci si mette pure l’ex parlamentare del Pd Gianrico Carofiglio. Lo scrittore, ospite a Linea Notte da Maurizio Mannoni, rispolvera l’insopprimibile, e francamente inaccettabile, background radical chic, tipico di una certa sinistra snob e salottiera. E dall’alto del suo “pulpito”, indossate le logore vesti del solito fustigatore dei costumi che a certa intellighenzia dem proprio non vanno giù, si accanisce offensivamente sugli italiani e sul centrodestra. O meglio, su chi non la pensa come lui. Contro chi, viste le considerazioni e gli insulti sbandierati in diretta tv, non si riconosce in questo governo. Tanto da scendere in piazza per manifestarlo. Così, sulla manifestazione del centrodestra organizzata in occasione del 2 giugno, senza remore o timore di smentite, nonostante i commenti piovuti su Bersani per analoghe considerazioni choc, dichiara platealmente: «Siamo di fronte a una politica complessivamente squilibrata e con un’opposizione che mostra la responsabilità che abbiamo visto qualche giorno fa in piazza: con un manipolo di gente sudata. Accalcata. Senza mascherine».

Carofiglio in tv osa insultare il centrodestra e gli italiani che lo supportano

L’irreprimibile istinto a mettere alla gogna chi non appartiene alla conventicola di sinistra. L’inaccettabile florilegio di insulti ammantati del pannicello caldo della recriminazione politica e del commento sociologico, colpisce ancora. Dopo Bersani, ieri è stata la volta di Carofiglio che, non contento di quanto dichiarato in apertura del suo intervento, ci torna pure su. E infierisce ulteriormente: «Al di là del merito e del rischio di contagio, che può essere maggiore o minore in quella situazione, il problema è il messaggio che si lancia al Paese da parte di leader di forze nelle quali io non mi riconosco. Mi piacerebbe una destra di un Paese democratico. Avanzato. Che mostrasse civiltà, responsabilità, decoro e questo manca». Insomma, una destra a misura di sinistra. Che risponda ai requisiti radical chic in voga nei salotti dem. Una destra insultata a favore di telecamere in nome della solita accusa sulla presentabilità. Proprio mentre si tace, stranamente, sulle responsabilità di certa sinistra. Ma come si fa a parlare di codici etici, estetici e deontologici quando si insulta in maniera così bassa un avversario e i sui legittimi sostenitori?

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • FLAVIO PERONI 9 giugno 2020

    cosa vuoi fare se Carofiglio e uno dei deficienti della sinistra,io sono un comunista e mi rammarico di questi sinistroidi che quando aprono quella bocca di urina,forse non sa il detto sinistra ce di tutto da HITLER CHE ERA SOCIALDEMOCRAZIA,MUSSOLINI ERA UN SOCIALISTA ALTRE DEMOCRAZIE DEL SOCIALISMO,I MORTI CHE FECE QUESTI CHE FECERO DAI RUSSI AL POL POT IN CAMBOGIA LA STESSA CINA,NON PARLIAMO DELLE VERE DEMOCRAZIE STRAGI FATTE DALL’AMERICA IN GIAPPONE CON LE DUE BOMBE NUCLEARI NEL VIETNAM E ALTRE PICCOLE GUERRE E TUTTO IL MONDO ABBASSAVANO LA TESTA COME SEMPRE DA CODARDTI

  • Nicolo' 7 giugno 2020

    Lasciamoli parlare , che gli IDIOTI come questo portano voti.
    Gli Italiani sono stufi di farsi umiliare: torniamo in piazza al piu’ presto !

  • fazio 6 giugno 2020

    si eravamo un manipolo ma di incazzati

  • aldo 6 giugno 2020

    A te puzza l’anima, ammesso che tu l’abbia. Sei decerebrato come la Gruber…………………………………………

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica