Tre immigrati aggrediscono un ragazzino nel centro storico di Perugia: pugni e bottigliate in testa

lunedì 15 giugno 8:13 - di Paolo Sturaro
Perugia

Pugni, calci e bottigliate per rubargli la catenina e i soldi. A Perugia tre immigrati hanno aggredito con inaudita violenza un minorenne. Hanno agito in pieno centro storico, nella xona di piazza Morlacchi.

Perugia, il ragazzo andava dalla fidanzata

Secondo quanto riportano le cronache locali di Perugia, il ragazzo si stava recando dalla fidanzata quando i tre immigrati, presumibilmente magrebini, l’hanno accerchiato e picchiato con ferocia. Uno di loro era ubriaco. La Polizia ha acquisito i filmati delle telecamere di sorveglianza per indagare sul caso e ricostruire tutta la vicenda nei dettagli.

Bottigliate in testa e un coltello

Gli immigrati hano strappato la catenina dal collo del giovanissimo, che però ha reagito per recuperarla. A quel punto l’hanno riempito di pugni arrivando a colpirlo anche con bottigliate in testa. Uno degli aggressori ha tirato fuori un coltello per farsi consegnare il denaro che il minorenne aveva in tasca.

L’intervento dei familiari della ragazza

A venire in aiuto sono stati i familiari della ragazza, perché – a quanto si legge sui social – nessuno è intervenuto in difesa della vittima, nonostante in molti fossero presenti. Il ragazzo è stato portato al Pronto soccorso.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica