Specialisti ambulatoriali, le contraddizioni della Regione Lazio. Protesta la Cisl Medici

venerdì 12 giugno 14:42 - di Vanessa Seffer
specialisti ambulatoriali

Il 3 giugno 2020 è stato emanato dalla Regione Lazio il DCA 71 che apre all’acquisto dai privati delle prestazioni di specialistica ambulatoriale comprese nel nomenclatore tariffario regionale. Il tutto a nemmeno un anno dal DCA del 25 luglio 2019 della stessa Regione Lazio che relativamente al Piano regionale per il Governo delle liste di Attesa 2019-2021 affermava che «… il ricorso a prestazioni aggiuntive o alla contrattualizzazione di ulteriori volumi di prestazioni potrà essere contemplato solo dopo aver valutato la possibilità di incremento della produzione delle strutture a gestione diretta attraverso il recupero di efficienza o il ricorso a nuove assunzioni di personale».

Evidenzia questa discrasia la Cisl Medici che in una lettera ai media riporta come l’emergenza Covid, potrebbe anche essere una occasione per ripensare la sanità pubblica italiana, da troppi anni trascurata e depotenziata sfruttando anche l’occasione di quello straordinario rifinanziamento della sanità pubblica reso possibile da fondi nazionali e comunitari mai visti nei bilanci degli ultimi decenni.

E sempre dal sindacato arrivano proposte alternative quali l’estensione dell’orario a 38 ore degli Specialisti ambulatoriali interni a tempo indeterminato, molti dei quali da anni operano con orari parziali e spesso frammentati in più Asl della Regione, ma anche il recupero di medici della dirigenza utilizzando le graduatorie aperte di concorsi già effettuati e la rapida attivazione dei molti concorsi per la Dirigenza da anni in cantiere e mai indetti. Nello scrivere questa lettera i dirigenti regionali della Cisl Medici hanno lanciato una provocazione parlando di stato di abbandono del servizio sanitario pubblico regionale. Viene da pensare che potrebbero non avere torto.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica