Roma, violenza contro una 26enne a Centocelle: immigrato la riempie di botte e le frattura il naso

giovedì 11 giugno 8:11 - di Paolo Sturaro
violenza

Grave violenza notturna da parte di un giovane immigrato nel quartiere Centocelle a Roma. Ha picchiato la fidanzata per motivi di gelosia  e le ha fratturato le ossa nasali. Per questo la polizia di Porta Maggiore l’ha denunciato. In manette un 21enne ecuadoregno.

La violenza in via Mughetti

Gli agenti hanno ricevuto una chiamata in cui si segnalava una lite molto pesante in un appartamento di via Mughetti, nella zona “antica” di Centocelle. A chiedere aiuto una donna di 26 anni, che mostrava evidenti segni di percosse al volto. Segni che erano presumibilmente il frutto della violenza. La giovane ha infatti raccontato ai poliziotti che il fidanzato l’aveva riempita di botte per questioni legate alla gelosia.

L’aggressore parla solo di spintoni

L’immigrato era ancora presente sul posto. Ha riferito di aver avuto una semplice discussione con la donna terminata con qualche spintone. E ha aggiunto che anche lui aveva riportato alcuni graffi sul collo e sul sopracciglio. Il personale medico ha trasportato la ragazza in ospedale dove le hanno riscontrato una frattura composta delle ossa nasali. La prognosi è di 25 giorni.

La denuncia

A questo punto gli agenti, recatisi nella casa di Centocelle, hanno denunciato l’uomo all’Autorità Giudiziaria per  maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica