Roma, altri 8 casi positivi legati al focolaio di Fiumicino. Chiuso un secondo ristorante

sabato 27 giugno 13:46 - di Redazione
virus Fiumicino

Coronavirus a Fiumicino: prosegue l’indagine epidemiologica dopo che un dipendente  del ristorante Indispensa Bistrot è risultato positivo. Dei 400 tamponi eseguiti ieri al drive in di Casal Bernocchi, a Roma, 8 sono risultati positivi: 2 titolari del locale, 2 dipendenti e 4 conviventi del dipendente del ristorante, un quarantenne del Bangladesh, ricoverato ieri allo Spallanzani.

Lo rende noto l’Unità di Crisi della Regione Lazio, sulla sua pagina social Salute Lazio, ricordando che “continua l’esecuzione dei tamponi drive in a Casal Bernocchi” e raccomandando a “tutti i titolari di ristoranti di conservare i contatti degli avventori per facilitare le operazioni di contact tracing qualora si rendessero necessarie ed evitare pesanti sanzioni”. La Asl Roma 3 ha disposto la chiusura di un secondo locale.

La Regione Lazio, al momento, non ha reso noto il nome del secondo locale chiuso, che comunque è il locale gemello degli stessi proprietari dell’Indispensa di Fiumicino. E’ ormai chiaro che c’è un nuovo focolaio a Fiumicino da contenere, che si aggiunge a quelli scoperti nelle settimane precedenti al San Raffaele alla Pisana e alla Garbatella. Il Lazio, a causa di questi focolai, guida ora la classifica dell’indice di contagiosità in Italia, nella settimana dal 15 al 21 giugno: secondo il monitoraggio dell’Iss l’indice Rt è passato a 1,24 (era 1,12 nello scorso monitoraggio) più alto di quello della Lombardia che si attesta a 1,01 (era 0,82) e dell’Emilia Romagna con l’Rt a 1,01 .

 

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica