Prende a calci e a bastonate i suoi cani: orrore in un filmato. Le violenze sugli animali si moltiplicano

mercoledì 24 giugno 8:12 - di Paolo Sturaro
cani

Violenza cieca contro gli animali. Cani bastonati, ghiri uccisi. Si moltiplicano i casi di maltrattamenti. Già nei giorni scorsi alcuni episodi hanno scatenato la rabbia e l’indignazione dell’opinione pubblica. Ma la situazione non migliora. Ora sotto accusa c’è un uomo di Terranova, nel Pollino, in provincia di Potenza. I carabinieri del Parco nazionale l’hanno identificato dopo aver visionato un video. Nel filmato si vede l’uomo prendere a calci e a bastonate i suoi due cani.

Nel recinto di casa quattro cani

I militari hanno effettuato il controllo sul posto in collaborazione con il servizio veterinario dell’azienda sanitaria. Nell’abitazione del responsabile, in un  recinto, sono stati trovati quattro cani, tre da caccia e un meticcio. Ne è stato accertato il maltrattamento.

Mancavano anche i microchip

Pertanto i cani, dopo il sequestro penale, sono stati affidati al canile di Latronico. Invece l’uomo – oltre alla denuncia – dovrà pure pagare una sanzione amministrative perché in tre casi mancavano i microchip e l’iscrizione all’anagrafe canina.

Non solo i cani, colpiti anche i ghiri

Altro caso a Legnano, in provincia di Milano. I carabinieri hanno deferito in stato di libertà due italiani. Il reato è di uccisione di animali nei cui confronti la caccia non è consentita. Durante un controllo della circolazione, i militari hanno trovato nel bagagliaio dell’auto 20 ghiri morti e 70 tagliole utilizzate per la loro cattura.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica