Metro B di Roma “ostaggio” degli immigrati: denunce ed espulsioni (buonisti permettendo)

venerdì 19 giugno 9:56 - di Fabio Marinangeli
metro b

La metro B di Roma allo sbando. È – come denunciano in tanti – “territorio” di immigrati, molti dei quali irregolari. Nonostante l’impegno delle forze dell’ordine, la situazione sembra quasi irrisolvibile. Troppo permissivismo e buonismo hanno fatto precipitare le cose. E le conseguenze sono evidenti, con furti, rapine e aggressioni che si verificano a scadenza quasi quotidiana. Non sono bastati i servizi televisivi e le denunce. E nemmeno le durissime proteste dei romani.

Metro B, acciuffati gli immigrati irregolari

Le pagine dei giornali sono piene di fatti di cronaca. E i rapporti degli uomini in divisa stanno a dimostrate che la situazione resta molto delicata. Nelle ultime ore sono 9 gli immigrati smascherati perché non avevano il permesso di soggiorno. In più si registrano tre ordini di espulsione emessi, altre 73 persone identificate e due denunciate.

Il bilancio dei controlli della polizia

Questi numeri rappresentano il bilancio dei controlli della Polizia nei pressi della stazione ferroviaria Roma Lido e della stazione della metro B della Basilica di San Paolo. Gli agenti del commissariato Colombo hanno rintracciato nove stranieri sprovvisti di permesso di soggiorno e hanno identificato 73 persone di cui 63 straniere.

Ordine di espulsione

La zona della metro B è stata setacciata centrimetro per centimetro.Gli agenti hanno effettuato alcuni fermi. Otto cittadini stranieri sono stati accompagnati negli uffici della Polizia Scientifica e dell’Ufficio Immigrazione. Solo due erano regolari mentre a tre di loro hanno notificato l’ordine di espulsione. Hanno avuto anche la diffida a lasciare l’Italia entro sette giorni.

Scattate le denunce

Per uno è scattata la denuncia per la violazione dell’ordine del questore. Al secondo immigrato hanno notificato la misura alternativa con obbligo di firma all’Ufficio Immigrazione. Al terzo l’invito di presentarsi allo stesso ufficio per definire la posizione  sul territorio nazionale.

Altri episodi di cronaca tra stazione e metro B

Un ragazzo italiano, infine, è stato denunciato per oltraggio a pubblico ufficiale. Inoltre,i poliziotti, durante i controlli nella zona metro, hanno notificato un provvedimento relativo al rintraccio per cumulo pena emesso dalla Procura della Repubblica di Rimini nei confronti di un tunisino.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • fazio 19 giugno 2020

    atto di diffida ed espulsione, sai cosa ci fanno con quei pezzi carta, lascio alla vostra immaginazione il finale.
    Perchè non fanno come in germania li mettono su un aereo e li rispediscono al loro paese.
    Questo è il paese di bengodi dove tutto è permesso.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica