Maglie: fascisti al Circo Massimo? Cominciamo ad abituarci, vedremo decine di raduni violenti (video)

domenica 7 giugno 12:05 - di Adele Sirocchi

Maria Giovanna Maglie come sempre fuori dal coro. Ha commentato la manifestazione di ultrà e Forza Nuova al Circo Massimo, degenerata in una vergognosa rissa tra gli stessi manifestanti che ha poi coinvolto anche i giornalisti provocando tensioni con le forze dell’ordine. Maglie ha osservato che ci dovremo abituare a fenomeni come questi. Non certo per giustificarli ma per ribadire che occorre guardare sotto la superficie della condanna delle violenze di piazza per capire cosa sta covando sotto traccia, un disagio che è pronto ad esplodere.

Intervenuta a Stasera Italia la giornalista ha parlato dopo Riccardo Migliore che aveva espresso solidarietà ai giornalisti coinvolti negli scontri. “Intanto voglio dire che i giornalisti in tutto il mondo vengono insultati, feriti, picchiati perché fanno il loro lavoro. Fa parte dei rischi del mestiere, quindi io non mi stupisco e non mi scandalizzo”.

Detto questo la Maglie ha parlato del clima sociale che genera manifestazioni come quella del Circo Massimo con gli ultras chiamati a raccolta e come quella dei gilet arancioni. “Cominciamo ad abituarci – ha detto – ne vedremo a decine e a centinaia di manifestazioni così. Ci sono reazioni di rabbia violente. Poi c’è sempre chi specula e chi soffia sul fuoco, ci sono gli agitatori che si mettono in mezzo, vale per gli Stati Uniti e vale per l’Italia. Però attenzione – ha concluso – anche una manifestazione come quella dei gilet arancioni che a me ha dato proprio fastidio fisico, aveva in mezzo persone disperate, là c’erano i disperati del lockdown”.

"Cominciamo ad abituarci a queste manifestazioni"Maria Giovanna Maglie a #StaseraItalia sulla manifestazione del #CircoMassimo

Pubblicato da Stasera Italia su Sabato 6 giugno 2020

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica