L’ipocrisia della sinistra: il governo “dimentica” le donne, la Boldrini pensa al “sessismo” della Immuni

giovedì 4 giugno 17:14 - di Redazione
immuni

“Sarebbero queste le grandi conquiste per i diritti delle donne?”. Giorgia Meloni interviene sulla sua pagina Facebook sul caso delle polemiche scatenate intorno alla App Immuni, accusata di sessismo e di promuovere stereotipi di genere perché fra le icone aveva messo una madre che culla un bambino e un uomo al computer.

Meloni contro l’ipocrisia della sinistra

Le icone, dopo le proteste delle quali si era fatta paladina Laura Boldrini e che erano state sposate da più parti, sono state sostituite, con tanto di scuse da parte della società che ha sviluppato la App, la Bending Spoons. Sul tavolo restano però tutte le perplessità intorno all’ennesima protesta che indica il dito e dimentica la luna. “Donne e mamme lavoratrici completamente abbandonate dall’inizio di questa emergenza, ma il governo e la sinistra passano il tempo a litigare per sostituire l’immagine (diffusa sempre grazie a loro) di una mamma che culla un bambino per pubblicizzare l’App immuni”, ha scritto Meloni. “Queste sarebbero le grandi conquiste per i diritti delle donne?”, si è quindi chiesta la leader di FdI, dicendosi poi “senza parole”.

Baldassarre: “Famiglie senza aiuti e pensano a Immuni”

È stata poi l’eurodeputata della Lega, Simona Baldassarre, a domandarsi “da quando ci si scandalizza vedendo una madre con in braccio il proprio figlio?”. Anche Baldassarre ha puntato l’indice contro l’assoluta inadeguatezza di provvedimenti concreti da parte del governo a favore delle donne e delle famiglie. “Quello che sconcerta semmai – ha sottolineato l’eurodeputata – è la prontezza di un ministro della Repubblica ad adoperarsi per una questione puramente ideologica, tanto cara alle sinistre, mentre da questo governo, e in particolar modo dalla Bonetti, per il sostegno delle famiglie è arrivato davvero poco e niente“. “Se il ministro delle Pari Opportunità vuole rendere giustizia alle donne che lavorano – ha concluso Baldassarre – pensi ad aiutarle concretamente. Invece di indignarsi per una effigie simbolo di amore e normalità”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Forconi 7 giugno 2020

    Urgente andare al voto per togliere dal giro questa inetta donna che si spaccia per corretta, ne abbiamo le tasche piene. Ha ancora il diritto di stare seduta su una comoda poltrona per sparare nullità??

  • Kk 5 giugno 2020

    La befana discriminante pensa forse al fatto che per la app immuni occorre iOS 13 e che per scaricarla occorrerebbe cambiare cell ?!?!

  • GIUSEPPE MOSCHETTO 5 giugno 2020

    NON CAPISCO COME FA QUESTA, COSIDDETTA “ONOREVOLE”, A CONTINUARE A FARSI MANTENERE PROFUMATAMENTE DAI CONTRIBUENTI DICENDO SOLAMENTE SCIOCCHEZZE CHE AGLI ITALIANI NON INTERESSANO!!!! ……. E PENSARE CHE C’E’ CHI SVOLGE UN LAVORO UTILE ALLA COLLETTIVITA’ PER 800 EURO AL MESE!!!! ……

  • Pino 5 giugno 2020

    Boldrini ? Sconosciuta al mondo prima della sua discesa in sinistro paracadute direttamente alla presidenza di un ramo del parlamento….. a suo tempo ci scandalizzammo per cicciolina. Non una parola per una persona che ha trasferito
    problemi presenti solo nella sua mente facendoli divenire le più pagate cazz@@e
    mai nate in parlamento. Fategli un tso o rimandatela a fare la cooperante in africa.
    Forse si riprende e visto che ci siete aggiungetegli in compagnia la brutta-vecchia
    e la compagine radical-femminista delle sinistre sbandate. Ci sono tante donne ok
    nella sinistra come mai scelgono sempre il peggio? Chiedo perdono ma l’amica
    delle banche, da sola, non riequilibra tutte quelle cozze, ha uno stile diverso, si occupa
    di denaro non di neri volatili, già come mai le cozze preferiscono gli uccelli migratori?

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica