Giordano Bruno Guerri: Stati generali? Nome infelice. In Francia chi li convocò fu ghigliottinato (video)

domenica 7 giugno 11:02 - di Adele Sirocchi

Lezione di storia a Giuseppe Conte da Giordano Bruno Guerri. Lo scrittore e storico, presidente della Fondazione del Vittoriale, ospite di Stasera Italia ha criticato gli interventi a pioggia del governo per fronteggiare la crisi economica. E a proposito degli Stati generali dell’economia che Conte ha annunciato ha detto che si tratta di un nome infelice.

“Qualsiasi maturando sa – ha detto Guerri – che gli Stati generali in Francia generarono la rivoluzione e coloro che li avevano convocati persero la testa”. Fu infatti Luigi XVI nel 1789 a convocare gli Stati generali che riunirono clero, nobiltà e terzo stato. E il re subì poi la condanna a morte nel 1793 ad opera di quel terzo stato nelle cui mani si era docilmente consegnato.

Non è il solo nome infelice che incontriamo del resto negli ultimi annunci del premier. Anche il piano rinascita per l’Italia, di cui ha parlato nell’ultima conferenza stampa, evoca il piano rinascita della P2 di Licio Gelli. Ed anche in quel caso si è sottolineata l’imprudenza di Giuseppe Conte nella scelta dei nomi. Un indispettito Enrico Borghi del Pd lo ha scritto su Twitter: eviterei un nome di quel genere, almeno per rispetto alla memoria di Tina Anselmi. Tina Anselmi fu la presidente della commissione d’inchiesta parlamentare sulla P2.  Ma il punto è: tali scelte lessicali non proprio illuminate si devono a Conte o a quell’intellettuale finissimo che risponde al nome di Rocco Casalino?

"La colpa è che si da denaro a pioggia: questa riforma del monopattino non era propriamente indispensabile, manca un…

Pubblicato da Stasera Italia su Sabato 6 giugno 2020

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica