“Final Eight” per Champions ed Europa League. Ecco le competizioni più imprevedibili di sempre

mercoledì 17 giugno 12:51 - di Domenico Labra
"Final Eight"

Final Eight“: si avviano ad essere la Champions e l’Europa League più imprevedibili di sempre queste due competizioni post coronavirus. Otto finaliste in campo sia per la Coppa dalle grandi orecchie sia per il trofeo Uefa, tutte in campo neutro e tutte con possibilità analoghe. Mai immaginate “Final Eight” così nel calcio. E invece ecco che, ad agosto,  potremo vederle comodamente seduti sul divano di casa. La scelta ufficializzata dalla Uefa rende di fatto ancor più avvincente il torneo continentale più importante. E lo stesso accadrà con l’Europa League. Prima però toccherà a Napoli e Juventus affrontare Barcellona e Lione, rispettivamente al Camp Nou e allo Stadium, il 7 e l’8 agosto, per il ritorno degli ottavi. Dopodiché tutte le otto squadre rimaste si trasferiranno in blocco in Portogallo. Nei due stadi di Lisbona si giocheranno i quarti di finale tra il 12 e il 15 agosto. Le semifinali nei giorni 18 e 19. La finale sarà quindi appannaggio del rettangolo di gioco di proprietà del Benfica il 23 agosto.

“Final Eight” anche per l’Europa League

L’Europa League si giocherà invece in Germania: Inter-Getafe e Roma-Siviglia se la giocheranno in una gara secca. Anche qui “Final Eight”, 10-21 agosto in quattro città tedesche: Duisburg, Gelsenkirchen, Francoforte e Colonia. Istanbul, che era la città deputata a ospitare la finale di Champions di quest’anno, sarà il teatro dell’ultimo atto 2021: le designazioni sono infatti slittate di un anno. Il 24 settembre, infine, appuntamento a Budapest per la Supercoppa Europea.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica