Di Maio promette l’Europa alla Turchia senza dirlo agli italiani (video)

mercoledì 24 giugno 6:00 - di Francesco Storace

Pensavamo di averla (quasi) fatta franca con il coronavirus che ci pensa Di Maio a provocare ulteriore casino con Erdogan e la sua enorme brigata musulmana.

Nel silenzio generale – vile e fellone – della politica e dei media, il ministro degli Esteri se ne è andato a promettere ad Ankara, di nuovo!, il solenne impegno italiano per il loro ingresso in Europa. A che titolo? Chi gli ha conferito il mandato? Ordine di Conte? E perché stanno tutti zitti?

Le promesse di Di Maio alla Turchia di Erdogan

Cioe’, tutti tutti no, perché se ne è accorto il parlamentare di Fratelli d’Italia Andrea Delmastro che ha piombato l’incredibile titolare della Farnesina con un video azzeccato e indignato quanto basta. Accompagnandolo ad una durissima interrogazione a risposta orale alla quale sarebbe bene garantire una sollecita risposta. Posti in platea e popcorn per una discussione che metterà a nudo le responsabilità inaccettabili di Di Maio nei suoi contorsionismi fantozziani  in direzione di Erdogan e soci.

E’ davvero allucinante. Questo dittatorello turco semina terrore e sparge sangue ovunque vada. Mettendo in fila Siria, Cipro (dettaglio: Europa) e Libia, strafregandosene di ogni partnership possibile. E proprio da Tripoli pretende l’estromissione dell’Italia da ogni ruolo.

E noi che facciamo? Andiamo da lui e ci prostriamo rassicurando il suo ministro degli Esteri che saremo il “paese numero uno” nel sostegno all’ingresso turco nella Ue. È impazzito Di Maio? Non bastano le minacce di invasione di milioni di musulmani per islamizzare l’Italia e l’Europa? Che altro deve succedere per frenare le velleità  egemoniche di Ankara?

Lo stesso fronte libico apre ad altre minacce verso la nostra sicurezza nazionale. Erdogan sa il siamo il sud dell’Europa, il ventre molle, e minaccia di farci invadere anche degli africani. Ma Di Maio annuisce di fronte al ministro turco.

Delmastro al ministro: “Eunuco sottomesso”

“Eunuco sottomesso”, sibila nel video Delmastro dopo aver fatto vedere il duetto tra ministri che nessuno ha ancora mostrato agli italiani. La Farnesina semmai deve mettersi alla testa di chi chiede sanzioni contro chi minaccia imperialismo e integralismo nel nome dell’Islam in casa nostra, altro che storie.

E l’interrogazione a cui Di Maio dovrà rispondere è assolutamente chiara. Perché il ministro di Ankara, Cavusoglu, “ha sottolineato la partnership strategica che lega Italia e Turchia, consolidata ulteriormente durante l’emergenza da coronavirus dati gli aiuti che Roma ha ricevuto da Ankara per cui Di Maio ha ringraziato il suo omologo, e ha espresso il suo interesse a rafforzare ulteriormente le relazioni tra i due Paesi, anche in materia di commercio”. Peccato che il “nostro” rappresentante si sia dimenticato che a marzo il cosiddetto “partner strategico” turco aveva bloccato duecentomila mascherine commissionate dalla Regione Emilia-Romagna all’aeroporto della capitale turca, pagate seicentosettantacinquemila euro in contanti.

Non è affatto normale che la Turchia abbia trovato il suo sponsor europeo nel Ministro degli Esteri italiano che, invece di difendere l’interesse nazionale contro le azioni predatorie di Erdogan nelle concessioni esplorative petrolifere affidate ad ENI o contro la guerra per procura condotta dal sultano in Libia sempre al fine di “impossessarsi” dei giacimenti petroliferi, conferma l’impegno di Roma nel fare da mediatore negli affari turchi a Bruxelles e nel Mediterraneo. Tutto questo è inaccettabile. È l’ora della schiena dritta e non dei cedimenti.

Clamoroso: Di Maio vola in Turchia e si prostra al #SultanoErdogan promettendo che l’Italia per prima appoggerà…

Pubblicato da Andrea Delmastro su Martedì 23 giugno 2020

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Kk 24 giugno 2020

    Grazie Andrea
    Quel pagliaccio vuol farsi bello dappertutto senza valutare un accidente.
    Fortunatamente lui e i grillotti la troveranno lunga
    Un abbraccio
    Fabrizio R

  • Silvia Toresi 24 giugno 2020

    Mandiamo Di Maio in Turchia, per sempre!!!!!!

  • Nino 24 giugno 2020

    DiMaio dà la mano a Erdogan e si lascia prendere anche il braccio. I musulmani sono particolarmente esperti nel prenderti lo spazio che gli lasci libero. In sostanza DiMaio e i suoi compagni di governo, privi di spina dorsale, svolgono una pericolosa (per gli italiani) politica dell’accoglienza anche al di fuori dei confini italiani. Bella roba!!!!!!

  • Giuseppe Forconi 24 giugno 2020

    Ma cosa fa questo governo, mette un embargo economico alla Russia ? Proprio loro che sono comunisti ? Dovreste mettere la Turchia sotto embargo, ma invece cercate di farla entrare nella UE, se entra nella UE presto ci invadera’ convertendoci all’islam.
    Ragazzi tagliate le gambe a di maio e buttatelo fuori prima che combini altri guai, quello non e’ il posto per lui, cioe, non ci sono posti idonei per lui, solo il San Paolo. Ma come avete fatto nel credere alle cretinate di un pagliaccio, avete applaudito grillo e guardate ora in che bosta vi ritrovate.

  • Mario Salvatore Manca 24 giugno 2020

    Salvo quella piccola “enclave” in territorio greco, la Turchia di europeo non ha un bel nulla. E si pretende di introdurla in Europa? Posso rispondere con l’interiezione cara al “comico” genovese del M5S, ma mi sembra troppo signorile per siffatte proposte.
    Quanto al “sultano” di Istanbul o Ankara che sia, mi pregerei – troppo onore! – di far precedere il suo cognome con una “M”, per analogia con quel vocabolo coniato alla battaglia di Waterloo (18 giugno 1815) coniato da un oscuro maresciallo napoleonico passato alla Storia col nome di Maréchal Cambronne.

  • Franco.Prestifilippo 24 giugno 2020

    Fermatelo !!! Non sa quel che fa e quel che dice, non ha nemmeno lontanamente una vaga idea degli equilibri politici nazionali ed internazionali. sarebbe meglio che tornasse a fare il venditore di ghiaccioli e vedere il Napoli Calcio gratuitamente nel pieno delle sue funzioni!

  • rino 24 giugno 2020

    Purtroppo la colpa è di quel congruo numero di cretini che li hanno mandati in parlamento e che giocano a difendere i diritti di gente che non li rispetta a casa loro o che gioca a inginocchiarsi scimmiottando i leaders di sinistra che lo fanno per interesse.
    Purtroppo anche i savi devono fare i matti nel mondo dei matti e ci tocca subire questa maggioranza virtuale.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica