Coronavirus, Mattarella preoccupato per i migranti: «Sono in difficoltà, vanno accolti»

sabato 20 giugno 10:32 - di Lucio Meo

Il Colle è preoccupato per i migranti. La crisi sanitaria ed economica del coronavirus ha colpito soprattutto loro, fa notare il presidente Mattarella. Che lancia un appello all’accoglienza, nonostante alcuni profili di sicurezza sull’importazione del virus su cui il governo italiano non sembra attrezzarsi adeguatamente.

Mattarella in difesa dei rifugiati

“L’impatto della pandemia aggrava ancor di più la critica condizione di quanti, a causa di conflitti o per la
violazione di diritti fondamentali, sono costretti a fuggire dal proprio Paese. L’Italia mostra continuamente e con senso di responsabilità la sua vicinanza a coloro che affrontano tali drammatiche vicende, offrendo accoglienza e protezione”. Il Capo dello Stato affida ai media questo messaggio ai media in occasione della Giornata mondiale del rifugiato.
“La nostra attiva partecipazione al primo Forum globale dei rifugiati -prosegue il Capo dello Stato- costituisce una concreta testimonianza. Il fenomeno delle migrazioni conta su un approccio italiano basato su strumenti importanti quali il programma nazionale di reinsediamento e i corridoi umanitari per rifugiati particolarmente vulnerabili, privi della protezione statale del Paese d’origine e colpiti in misura considerevole dalle restrizioni determinate dall’attuale emergenza sanitaria”. E in effetti l’affluenza di migranti verso i nostro confini è notevolmente aumentata negli ultimi tempi.

Appello sui migranti anche alla Ue

“La nostra azione di protezione e assistenza nei confronti dei migranti non può deflettere o indebolirsi ma deve, anzi, rafforzarsi, con l’elaborazione di un nuovo corso dell’Unione europea in materia di migrazioni e asilo, nel segno di un più incisivo e condiviso impegno comune”. Mattarella rivolge poi un sentito ringraziamento alle donne e agli uomini delle Forze dell’ordine e delle amministrazioni dello Stato e a tutti gli operatori che forniscono i servizi necessari a garantire protezione internazionale a chi ne ha diritto”.”
“In questo sforzo si contraddistinguono anche le Organizzazioni Internazionali -e specialmente l’Alto Commissariato delle Nazioni unite per i rifugiati- cui l’Italia -conclude Mattarella- assicura il massimo sostegno in coerenza con la propria storica vocazione multilaterale”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Carlo 20 giugno 2020

    Dunque, al nostro presidente Mattarella stanno a cuore i migranti, che teoricamente vengono salvati in mare,ma non e così. i salvataggi in mare sono tutt’altra cosa nulla a che vedere con coloro che vengono presi e trasportati in Italia, dalle navi ONG,ma signor presidente per quale motivo devono per forza arrivare e sbarcare in Italia? Si come popolo siamo accoglienti,ma loro ci ricambiano disprezzandoci e chiamandoci anche Italia merda e italiani merda(chiedo scusa per la volgare espressione,io non sono abituato a tali espressioni), sono più protetti di noi,anche rispetto alle forze dell’ordine di più cosa si dovrebbe fare più che sopportali? Mi scusi signor presidente ma uno sfogo fa bene. Cordialmente la saluto

  • Camuleon 20 giugno 2020

    Mattarella si preoccupi degli Italiani che, ad ogni aumentare dei clandestini, dovendoli mantenere, staranno ancor peggio.
    Chiedo a tutti: ma questa accoglienza non voluta dalla maggioranza degli Italiani fino a quando dovrà durare?

  • raffaele desantis 20 giugno 2020

    questo è uno stato i cui vertici sono infami e incoerenti con quello che dicono, si preoccupano dei migranti e di chi li accoglie se ne dimentica se han bisogno?

  • maurizio pinna 20 giugno 2020

    Nell’ estate del 1917, il Generalissimo Luigi Cadorna, mentre era in atto l’ 11^ battaglia dell’ Isonzo, pensò che tutto sommato, se fosse andata bene, si poteva puntare a travolgere la Fronte austriaca e perché no, arrivare a Lubiana. Probabilmente nessuno lo aveva informato che l’ Esercito era allo stremo e che sul la Bainsizza carsica non c’era una sola goccia d’acqua. Avanzarono ma dovettero fermarsi per non morire di sete.
    Qualcuno avvisi i Piani Alti che gli Italiani stanno consumando le ultime borracce d’ acqua.

  • Elenav 20 giugno 2020

    Mattarella con le sue prese di posizione (pro clandestini) e con le sue volute NON prese di posizione (come capo CSM nel caso Bonafede/Palamara) vuole giocarsela con Napolitano come tra i peggiori PDR nella storia repubblicana

  • Pino 20 giugno 2020

    MALEDETTI TUTTI DAL PRIMO ALL’ULTIMO, SENZA ECCEZIONI !

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica