Confindustria, Riccardo Di Stefano è il nuovo presidente dei giovani industriali

venerdì 26 giugno 16:57 - di Carlo Marini

Riccardo Di Stefano è il nuovo presidente dei giovani imprenditori di Confindustria. Ad eleggerlo, con voto on line, il Consiglio nazionale dei giovani under 40 di viale dell’Astronomia riunitosi oggi in call conference. Di Stefano ha avuto la meglio sullo sfidante Eugenio Calearo Ciman. In un certo senso, una sfida Sud contro Nord. Infatti, Di Stefano è espressione dell’imprenditoria siciliana mentre Ciman è erede di una famiglia vicentina.

La squadra di Riccardo Di Stefano

Palermitano, classe 1986, è stato eletto oggi con 143 voti favorevoli su un totale di 209 votanti. Inoltre, Riccardo Di Stefano entra di diritto nella squadra senior come vicepresidente di Confindustria. A completare la squadra che lo assisterà nei quattro anni di mandato 2020 – 2023, 8 vicepresidenti. Licia Angeli (Confindustria Romagna), Maria Anghileri (Confindustria Lecco Sondrio), Eleonora Anselmi (Confindustria Toscana Sud – Arezzo), Mario Aprile (Confindustria Bari B.A.T.), Francesco Fumagalli (Confindustria Toscana Sud – Arezzo), Andrea Marangione (Unione Industriale Torino), Pasquale Sessa (Confindustria Salerno), Alessandro Somaschini (Confindustria Bergamo).

Il curriculum del giovane imprenditore palermitano

”Il Movimento dei Giovani Imprenditori di Confindustria si fonda sull’idea di promuovere un’Italia visionaria e internazionale, come le sue imprese. Ora come non mai, noi imprenditori dobbiamo essere collettore delle migliori energie del Paese, interpreti del cambiamento per rendere l’Italia moderna, innovativa, sostenibile e inclusiva”, ha detto nel corso del discorso di insediamento. Laurea in Giurisprudenza di Palermo e Dottorato di Ricerca in Economia civile presso l’Università Lumsa, Riccardo Di Stefano è stato vice Presidente nazionale nella squadra del Presidente Alessio Rossi dal 2017 ad oggi. Si è occupato di Education, Capitale Umano, e Formazione Interna, sviluppando progetti di formazione come Gi Academy, una vera e propria scuola di managerialità, e AltaScuola per Giovani Imprenditori, dedicata alla valorizzazione dei giovani talenti imprenditoriali.

Succede ad Alessio Rossi

Riccardo Di Stefano diventa membro del Consiglio di Amministrazione dell’azienda Officina Lodato S.r.l., nata nel 1957, con sede a Palermo e a Roma, nel settore dell’impiantistica civile ed industriale e fonda Meditermica srl, impresa attiva nel settore delle forniture all’ingrosso di materiale termoidraulico per aziende e operatori del settore. Gli incarichi nel Sistema Confindustria iniziano nel Gruppo Giovani della Territoriale di Palermo. A livello nazionale, si appassiona alla rivista del Movimento Quale Impresa, entrando a far parte del Comitato di Redazione. Nel 2017 diventa vice Presidente nazionale del Movimento, guidato da Alessio Rossi dal quale ha ricevuto oggi il testimone al vertice. ”Giovani imprenditori si resta tutta la vita, come il nostro attuale presidente Bonomi, che viene proprio da questo percorso. A Riccardo lascio il timone di un Movimento pronto ad affrontare tutte le sfide che i prossimi anni ci metteranno davanti’.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica