Bersani oltre ogni limite: «Cimiteri pieni di morti col centrodestra al governo»

mercoledì 3 giugno 11:02 - di Lucio Meo

“Io sono di Piacenza e quel cretino che dice che il virus è un’invenzione facesse un giro in un posto in cui ci sono stati 950 morti, morti malamente, di cui due anche oggi. In questa giornata in Italia ci sono stati centinaia di nuovi contagiati e decine di morti…”. Pierluigi Bersani, ospite di Bianca Berlinguer a Carta Bianca, attacca pesantemente i “negazionisti” del Covid, dopo aver visto le immagini dei gilet arancioni in piazza, tra cui qualche folla che parlava di complotto contro gli italiani sul virus.

Il delirio di Bersani

Ma poi il ragionamento dell’ex segretario del Pd tracima quasi nel delirio, con frasi davvero inaccettabili. Dai gilet gialli, con un collegamento surreale, Bersani è passato ad attaccare il centrodestra, che a Roma ieri ha dato vita a una manifestazione che secondo qualcuno avrebbe creato assembramenti: “Io il 25 aprile e il primo maggio per la prima volta nella mia vita sono stato a casa – ha dichiarato il politico –. Non so come le panzane del Centrodestra possano avere un minimo di credibilità”. Forse Bersani dovrebbe guardare queste immagini…

I cimiteri che scoppierebbero se…

L’esponente della sinistra, però, ha proseguito anche peggio. Oggi si è visto il profilo dell’opposizione che c’è in Italia. Non siamo stati all’altezza della discussione pubblica, che non ha avuto la compostezza e la serietà che meriterebbe. Nonostante il totale delle vittime e dei contagiati nel Belpaese sia a dir poco drammatico, c’è ancora la convinzione da parte di qualcuno che il Coronavirus sia stata tutta un’invenzione. Se avesse governato il Centrodestra, non sarebbero bastati i cimiteri”. Che frase infelice, che brutto modo di interpretare l’invito del presidente Mattarella all’unità…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Paolo 6 giugno 2020

    Il povereino, dopo il tua ha un cervello a gruviera. Compatitelo

  • achille vedovato 5 giugno 2020

    Non c’è molto da dire sulla frase di Bersani. L’ictus che lo ha colto qualche tempo fa deve avergli lasciato gravi lesioni al cervello…. Non è mai stato un genio ed ora ha sbroccato di brutto.

  • Alex 4 giugno 2020

    Compagno Bersani se ne faccia una ragione: il tracollo della sinistra non è certo addebitabile a Salvini I risultati delle passate consultazioni elettorali hanno un evidente significato politico: il PD sta perdendo pezzi e credibilità e, in particolar modo, nel meridione d’Italia ( Calabria e in Basilicata )
    Una sconfitta sonora e democratica : I nostri saggi rappresentanti della sinistra di Basilicata, presi addirittura ad esempio della superiorità morale del PD secondo l’autorevole editto del compagno Bersani, sono i responsabili della consegna della nostra terra nelle mani della destra e di Salvini
    E’ sicuramente preoccupante il clamoroso successo del centrodestra in Basilicata e della lega all’interno della coalizione del centrodestra con 54.015 voti pari 19 % il massimo della coalizione e che supera largamente la stessa FORZA ITALIA BERLUSCONI con 25.974 voti pari al 9,14%
    A MATERA,la capitale europea della cultura, il successo della destra e della lega è sbalorditivo
    Da notare che il candidato della lega CAPPIELLO ANTONIO con 1.544 preferenze supera il pittelliano assessore e cognato della ex senatrice Antezza , Luca Braia con 1.154 preferenze
    Nelle elezioni amministrative del novembre 2013 : vinse Pittella con il 60%, ma con trionfo dell’ astensionismo e la sfiducia nei partiti locali: alle urne partecipò solo il 47,6% degli elettori, rispetto al 62,8% delle precedenti elezioni ; come ben dimostrato anche dalle due precedenti consultazioni referendarie

  • Altomeni Maria Pia 4 giugno 2020

    Se ognuno facesse il proprio dovere senza criticare chi non ha colpa, tutto sarebbe perfetto, ma purtroppo non tanti politici o nessuno ha capito perché è accaduto. La scienza? L a chiesa? La politica? O la coscienza? Fatevi un esame…
    Ognuno da la colpa a qualcuno, ma se vi foste compresi invece di darvi continuamente addosso, le cose non sarebbero andate cosi. Tutto accade per un motivo e nessuno è escluso da ogni colpa…

  • Orazio 3 giugno 2020

    Quando sono all’angolo sanno solo dire s….ma ci ricordiamo il duo amico Zingaretti ai navigli Milano da bere con l altro faccia di bronzo Sala…gli involtini primavera nel ristorante cinese..x dire che la dx è razzista…se visto com’è andata a finire..se bloccavano chi arrivava dalla Cina con voli intermediari..come proponevano i governatori di Lombardia,Veneto,Friuli forse dico forse avremmo avuto meno morti.loro x distogliere la popolazione dello loro cavolate buttano fango sulla dx, inutile i comunisti ,ma in Italia abbiamo i peggiori,sono sempre COMUNISTI come erano l’ex UNIONE SOVIETICA,La Germania sell est Venezuela,Cuba,Nord Corea ecc
    Ieri si è vista l Italia vera l veri PATRIOTI.PERCHÉ X LORO BANDIERA PATRIA ONORE vuol dire solo NAZIFASCISMO.Ma allora perché non vanno in quei paesi dittatoriali comunisti. Con il cavolo li appena parlano li buttano nei campi di concentramento.

  • Andrea Marconcini 3 giugno 2020

    Effettivamente è una frase infelice e fuori luogo.Credo che la cosa importante da fare sia quella di stringerci tutti insieme ai medici,agli infermieri,agli operatori,ai volontari ai parenti di chi non ce l’ha fatta e a tutti gli italiani che si sono spesi per dare una mano preziosa nel momento del bisogno.Mi considero di sinistra ma certe uscite non mi appartengono e mi fanno rabbrividire,il dialogo deve essere alla base di tutto specialmente in politica e soprattutto in questo terribile periodo che ci ha tolto tanto.L’Italia è il nostro Paese, la sua storia straordinaria e le sue ‘vestigia’ ce lo ricordano ogni momento non essendoci città o paese che non richiami al suo splendore.Io mi sento orgoglioso di essere nato in Italia e all’Italia devo molto.Permettetemi per favore di stringermi con affetto alla città di Bergamo,alla mia Bergamo.Io sono nato e sempre vissuto a Pisa ma fino all’età di 25 anni ho visitato spesso la città ‘del Colleoni’e soprattutto la sua formidabile cardiochirurgia infantile.E’lì che nel lontano ’79 all’età di sette anni ho affrontato un intervento molto complesso e se tra poco raggiungerò il mezzo secolo di vita il merito è tutto dell’equipe e del carissimo professore conosciuto e stimato in tutta Italia e all’estero.Quelle immagini terribili dell’interminabile ‘corteo’ di camion militari carichi di morti lungo le strade che ben conosco e amo rimarranno per sempre dentro di me e proprio per il profondo rispetto che nutro per le vittime e per chi non è riuscito a strapparle alla morte credo che adesso l’unica cosa alla quale dobbiamo pensare tutti insieme sia quella di fare tesoro di questa dolorosissima esperienza e investire il più possibile nella ricerca e nella medicina perché un Paese che non investe nella scienza è purtroppo un Paese senza speranze.Sono centinaia ,forse migliaia,i nostri ragazzi che ci hanno lasciato per proseguire le proprie ricerche in altri Paesi che hanno creduto in loro e nei loro progetti e mettendo a disposizioni risorse inimmaginabili.E’arrivato il tempo in cui anche in Italia come in tutte le altre grandi Nazioni del mondo si pongano al centro ricerca e meritocrazia,solo così il sacrificio di oltre trentamila Italiani non sarà stato inutile,solo così avrà avuto un senso.

  • fazio 3 giugno 2020

    Bersani ha la memoria corta non erano i suoi colleghi di sinistra Sala e Zingaretti che negavano il covid 19 facendosi filmare mentre abbracciavano persone e prendere l’aperitivo sui navigli additando e insultando coloro che dicevano di chiudere gli aeroporti per chi veniva dalla cina.
    Non era il suo collega Sala che dichiarava che milano sarebbe restata aperta.
    Poi il bue che dice cornuto all’asino li ha scordati gli assembramenti del 25 aprile senza che nessuno dicesse niente, allora prima di parlare guardasse in casa sua.

  • Germana 3 giugno 2020

    Una frase veramente schifosa,al governo hanno fatto casino grazie a loro,in base assembramento non ha citato i protagonisti loro che erano tutti vicini il 25 aprile senza mascherine si vergogni strumentalizzare solo per dare contro all’avversario,pensi a cose positive

  • Matteo 3 giugno 2020

    Bersani vai a cacare!!!

  • Nicolo' 3 giugno 2020

    Bersani e’ talmente povero di cervello che ogni volta riesce a sorprenderci, IN PEGGIO, ovviamente.
    Ma le sue asinate sono cosi’ “fuori dalla realta’ ” che secondo me , per far perdere voti a sinistra , bisognerebbe farlo parlare tutti i giorni !
    Grazie Bersani, mi raccomando, continua a parlare.

  • Piero 3 giugno 2020

    Mi viene in mente una sola parola:demente

  • ciao 3 giugno 2020

    a Te non ti ho visto.
    SARA’ PER LA PrOSSIMa comunista leopardato.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica