Agenti aggrediti dai centri sociali, Marta Schifone: «L’assessore De Majo con gli antagonisti? Si dimetta»

mercoledì 17 giugno 16:02 - di Redazione

«È vergognoso che un rappresentante delle istituzioni si schieri dalla parte dei violenti dei centri sociali e contro le forze dell’ordine che adempivano semplicemente al loro dovere». È quanto dichiara Marta Schifone, responsabile nazionale del dipartimento Professioni di Fratelli d’Italia commentando le parole dell’assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli sulla manifestazione organizzata a Napoli dai centri sociali per protestare contro la polizia e l’arresto di tre ragazzi a piazza Bellini.

«L’assessore De Majo ricordi che rappresenta la città e non più Insurgencia di cui è stata esponente, ci auguriamo tutti che decida finalmente cosa fare da grande: se essere ancora una manifestante ribelle o un esponente di governo, i napoletani sono stanchi del suo doppiopesismo». «In un clima già difficile – prosegue Schifone- per gli episodi di Santa Maria Capua Vetere con agenti di polizia penitenziaria aggrediti da detenuti, con il caso Floyd che echeggia da oltre oceano, con le statue imbrattate, con i poliziotti aggrediti a piazza Bellini è necessario abbassare i toni. L’assessore anziché difendere gli uomini in divisa e il loro operato, aizza i napoletani contro le forze dell’ordine ». «In questo caso l’assessore chiama vittime coloro che hanno violato alcune disposizioni di legge. Gli agenti sono stati accerchiati dalla folla, non sono stati loro ad assalire ma, hanno subito aggressione». «Grave – continua – anche il silenzio del primo cittadino Luigi de Magistris che ci auguriamo intervenga a stigmatizzare l’accaduto e le parole e le azioni della De Majo». «Credo che sia giunto il momento per l’assessore De Majo di rassegnare le dimissioni, non è più garanzia di Imparzialità ed istituzionalità» conclude l’esponente di Fratelli d’Italia.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica