Trenta denari per salvare Bonafede, altro che Falcone e Borsellino…

giovedì 21 maggio 6:00 - di Andrea Delmastro
Bonafede Renzi

Si è consumata – e nel modo più miserrimo – l’ultima e la più traumatica delle mutazioni antropologiche dei grillini: il Ministro Bonafede, ormai versione caricaturale e carnascialesca del giustizialismo a senso unico, è rimasto imbullonato alla sua poltrona, grazie al soccorso ben remunerato di Renzi.

L’uomo – o forse potremmo ormai dire  l’ominicchio – era famoso per le lapidarie e stentoree sentenze: “Se c’è un sospetto anche chi è pulito si dimetta”.

Bonafede e quelle ignobili scarcerazioni

Sulle ignobili e quasi quotidiane scarcerazione dei mafiosi non ci sono solo sospetti, ma indizi, gravi, plurimi, circostanziati sul fatto che il Ministro abbia, per ignoranza giuridica e soverchia inadeguatezza politica, ceduto alla regia occulta della mafia.

Il 7 e l’8 marzo decine e decine di istituti carcerati, con un sincronismo inquietante, entravano in rivolta, pretendendo uno svuota carceri sul presupposto, falso e infondato, del nesso di causalità fra detenzione e contagio.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Anna De Santis 21 maggio 2020

    Er nemico

    Un Cane Lupo, ch’era stato messo
    de guardia a li cancelli d’una villa,
    tutta la notte stava a fa’ bubbù.
    Perfino se la strada era tranquilla
    e nun passava un’anima: lo stesso!
    Nu’ la finiva più!
    Una Cagnola d’un villino accosto
    je chiese: – Ma perché sveji la gente
    e dài l’allarme quanno nun c’è gnente? –
    Dice: – Lo faccio pe’ nun perde er posto.
    Der resto, cara mia,
    spesso er nemmico è l’ombra che se crea
    pe’ conserva’ un’idea:
    nun ce mica bisogno che ce sia.
    (Trilussa, “Er nemico”, 1919)
    Grillo ha paragonato Renzi al nemico di Trilussa mai paragone fu piu indovinato ma anche loro tutti sono “er nemmico” abbaiano contro l’ombra delle cazzate che fanno.

    Cassandra

  • Sandro Cecconi 21 maggio 2020

    Stimato Delmastro,

    Renzi e il PD sono le due facce della medesima medaglia con la regia di Franceschini, deus ex machina di questa maggioranza alla quale ha niniziato a lavorare sin dal gennaio dello scorso anni con la benedizione del Colle.

    Pertanto non mi ha assolutamente meravigliato quanto accaduto nella giornata di ieri e ora passerà all’incasso con almeno tre nomine di peso emarginando in un angolo i 5S che sono dei dilettanti allo sbaraglio come lo sono stati quelli della lega che non si sono accorti delle trame tra Franceschini-Colle.

    Questi attuali incapaci sono la fotocopia del governicchio precedente. Niente di più, niente di meno.

    La cosa certa è che noi italiani non avremmo certamente meritato tutto ciò e lo stiamo pagando a caro prezzo, anzi al prezzo stabilito dagli strozzini.

    E qui occorre davvero affermare: Povera Patria!

    La saluto cordialmente.

  • Cristiani Riccardo 21 maggio 2020

    cari italiani, avevate qualche perplessità sulla inaffidabilità di Renzi? La poltrona è più importante che governare con coerenza. Più che Italia Viva è politica ipocrita e subdola. Così si gioca sulla pelle degli italiani pensando al proprio tornaconto.

  • Mario Salvatore Manca 21 maggio 2020

    In situazioni normali libere da contagi di sorta da un pezzo ci saremmo ribellati a tutta questa farsa. Un mio amico tedesco, che da qualche anno è in Italia per studiare sia la nostra lingua sia la nostra civiltà, mi ha chiesto qualche giorno fa dei ragguagli sulla storia dei supermafiosi in libertà. Gli ho raccontato tutta la storia e con freddezza mi ha risposto:
    – Non ti viene voglia di vomitare?
    – A chi lo dici?!
    ho risposto.
    Per dirlo lui…

  • annalu' perini 21 maggio 2020

    UNA VERGOGNA.
    ORA STA AL POPOLO ENTRARE NEI PALAZZI PER STANARLI E MANDARLI A CASAA CALCI IN CULO..!!

  • Giovanni Marchetta 21 maggio 2020

    Purtroppo siamo in mano a dei delinquenti traditori che si vendono al miglior offerente. Queste persone che sono il nulla più assoluto, per salvare la poltrona che scaldano solamente, sono capaci delle azioni più meschine e ignobili che si possano fare. Spero solo che si arrivi presto alle elezioni per buttare fuori dal governo questi parassiti traditori infami.

  • fabio dominicini 21 maggio 2020

    Il comportamento di Bonafede è abominevole e deve avere un bel coraggio a presentarsi in famiglia ( se ne ha una ) senza arrossire di vergogna !
    A parte ciò Renzi, oltre a tenere per le palle PD e M5S e fare i propri affari, non può rischiare di far cadere il Governo. Dove volete che vada con il suo 2 percento !?
    E mettere in strada la Boschi poi….!

  • Giuseppe Forconi 21 maggio 2020

    Finalmente le facce si rivelano per quelle che sono state e per quelle che sono.
    Lasciamo perdere il grillino bonafede ( che di fede non ha nulla), ma il miserabile “renzi” uomo dal doppio gioco, una sfacciata banderuola che va dove piu’ soffia il vento della sfacciataggine, del menefreghismo, personaggio dai piu’ bassi sentimenti umani, persona che umilierebbe la propria madre anzi la calpesterebbe, cosi’ facendo dando una mano a quell’aborto di grillino si sono assicurati che la mafia non li tocchino.
    Ma purtroppo non conoscono la mafia, classici dell’uso e getta, presto o tardi quando questi due ceffi non serviranno piu’, la mafia li scarichera’, forse in qualche fogna.
    Gira e rigira i piu’ sporchi finiscono sempre al governo e dobbiamo pure pagarli profumatamente per farci fregare. Povera italia e poveri italiani, quelli veri.

  • Pino 21 maggio 2020

    Si evidenzia platealmente l’inesistenza della tanto decantata destra che non ha spinta per infrangere la barriera mattarelliana che nulla consente nemmeno in un caso esplosivo come questo trasformato in un colpo di tosse nel silenzio generale. Se la compagine forziana fa contro la destra il doppio gioco mandando uno dei piu squallidi
    ‘debolisti’ tutti sanno che continuate ad avere un gregario aduso al tradimento in attesa di eventi per sfruttare energie e correttezza a suo vantaggio.Quindi siete indeboliti, avete in casa il renzi di destra. Qualcuno dovrebbe ristudiare cossiga!!!!

  • Cervohold 21 maggio 2020

    Considerata la sete di potere e di denaro del personaggio i denari erano almeno 50, non meraviglia che il suo partitino non cresca, neanche i suoi sostenitori social-catto-comunisti gli credono……………….eppure questo cialtrone è il vero ago della bilancia di una politica sinistrorsa al potere che la gente ormai rifiuta.
    Mattarella si tura il naso e non scioglie le Camere dal disdegno, ma forse è meglio così, quando finalmente si voterà il centro-destra unito prenderà il potere con il 60/65% e potrà liberamente ricostruire partendo dalle infinite macerie economiche che questi nullafacienti lasceranno…………….il popolo non dimentica mai.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica