Sindrome Kawasaki nei bambini e coronavirus: nuovi sviluppi. Casi aumentati, quasi certo il legame

giovedì 14 maggio 9:03 - di Redazione
Kawasaki

I medici di Bergamo avevano reso note le loro osservazioni sulla sindrome Kawasaki già a fine aprile. Nel pieno dell’epidemia di Covid-19, i pediatri dell’ospedale Papa Giovanni XXIII avevano avuto modo di vedere un insolito numero di bambini con i sintomi della rara sindrome infiammatoria, casi simili proprio alla malattia di Kawasaki. Gli esperti avevano segnalato un aumento di 30 volte dei casi. Ora la loro analisi si guadagna le pagine della rivista scientifica internazionale “The Lancet”.

La malattia di Kawasaki e il Covid-19

Lo studio suggerisce che Covid-19 potrebbe essere collegato a questi rari disturbi infiammatori. Casi simili sono stati osservati anche negli Usa, a New York, e nel Regno Unito, Inghilterra sud-orientale. Il report dei camici bianchi italiani riguarda 10 baby-pazienti. Nella zona di Bergamo la Kawasaki era stata diagnosticata a soli 19 bambini nei 5 anni precedenti e fino a metà febbraio 2020. Poi tra il 18 febbraio e il 20 aprile, quindi in 2 mesi, ci sono stati 10 casi.

Sintomi più gravi

I ricercatori avvertono che è difficile trarre conclusioni definitive con numeri così piccoli. Ma nel report spiegano anche che 8 dei 10 bambini portati in ospedale dopo il 18 febbraio 2020 sono risultati positivi al virus Sars-CoV-2 in un test anticorpale. Tutti i piccoli sono sopravvissuti. Ma «quelli che si sono ammalati durante la pandemia hanno mostrato sintomi più gravi di quelli diagnosticati nei cinque anni precedenti».

Complicanze cardiache

I bambini che hanno avuto i sintomi della Kawasaki dopo il 18 febbraio 2020 erano in media più grandi (età media 7,5 anni) rispetto al gruppo diagnosticato nei 5 anni precedenti (età media 3 anni). Oltre la metà (60%, 6 casi su 10) mostrava complicanze cardiache. La metà presentava segni di sindrome da shock tossico, mentre nessuno dei bambini trattati prima del febbraio 2020 aveva questa complicanza.

Infiammazione e gonfiore dei vasi sanguigni

La malattia di Kawasaki è una condizione rara che colpisce in genere i bambini di età inferiore ai 5 anni. Fa infiammare e gonfiare i vasi sanguigni. I sintomi tipici includono febbre ed eruzione cutanea, occhi rossi, labbra o bocca secche o screpolate, arrossamento sul palmo delle mani e sulla pianta dei piedi e ghiandole gonfie.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica