Roma, nomade in azione: rapina un automobilista al distributore di benzina e scappa nel campo rom

sabato 16 maggio 8:12 - di Paolo Sturaro
nomade

Prima il furto, poi la fuga del nomade nel campo rom. Un 36enne di nazionalità bosniaca era fermo nell’area di rifornimento di carburante lungo la Sr 148 “Pontina”. Un’occhiata e ha individuato la “vittima”. Un uomo di 47 anni, romano, si era infatti fermato per fare benzina. Era alle colonnine self service del distributore. Ha avuto un attimo di distrazione. E proprio in quell’attimo il nomade ne ha approfittato per rubargli il cellulare che era nell’automobile.

La colluttazione tra la vittima e il nomade

La vittima, però, ha scoperto tutto e ha ingaggiato una colluttazione con il nomade. Il tutto è durato pochi istanti perché il bosniaco è riuscito a divincolarsi e ha iniziato a correre, fuggendo con il malloppo nel vicino campo rom.

L’intervento dei carabinieri

L’automobilista derubato ha visto da lontano una pattuglia di carabinieri della Stazione Roma Tor dé Cenci. I militari stavano transitando lungo la strada. L’uomo ha iniziato a sbracciare per richiamare la loro attenzione. I carabinieri hanno raccolta la descrizione dei fatti accaduti poco prima e hanno fatto scattare una battuta di ricerche all’interno dell’insediamento.

Il nomade scovato nel campo rom

Il blitz è durato pochi minuti. I militari hanno infatti scovato il nomade – un bosniaco con precedenti  – che risultava domiciliato proprio in quel campo rom. Aveva con sé il  telefono cellulare.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica