Repubblica contro la “orribile” propaganda sovranista su Twitter. La replica di RadioSavana

sabato 30 maggio 17:33 - di Redazione

Paolo Berizzi, giornalista di Repubblica, non gradisce la propaganda sovranista di RadioSavana su Twitter. E sfodera contro i post e i video che vengono messi in rete da quel profilo le solite accuse in cui la sinistra è specialista: si tratta di bufale, si tratta di propaganda xenofoba e razzista, di notizie non verificate.

Il torto di RadioSavana? Postare video in cui si documentano le frequenti risse tra immigrati. Video che Berizzi definisce “scene di strada pulp”. In particolare nella fase del confinamento per l’emergenza sanitaria da quell’account sono state documentate le violazioni delle regole da parte dei migranti, che RadioSavana chiama “risorseInps”. Così come sempre sono state documentate le iniziative di protesta contro il governo Conte, dalle mascherine tricolori ai gilet arancioni. E non sono mancati video in cui si documentava la protesta dei cittadini vessati dalle multe generate dal lockdown.

Si tratta, per Berizzi, di orribile propaganda sovranista che accende l’odio contro gli immigrati usando la tecnica dell’avvelenamento dei pozzi. Gli interessati si definiscono invece un sito di controinformazione e così replicano al giornalista di Repubblica: “Contraddirsi in una riga non era per nulla facile ma Lei c’è riuscito: o sono bufale o sono video (reali) di risse, aggressioni, pestaggi. Forse si è confuso con l’#ActorsStudio, Noi siamo #RadioSavana. Le abbiamo dedicato già troppo tempo, può ritornare nel Suo triste anonimato”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica