Periferia est di Roma: rissa al Collatino, sfregiato al volto un immigrato. La rabbia dei residenti

venerdì 29 maggio 8:06 - di Paolo Sturaro
periferia est di roma

Grande paura nella periferia est di Roma, che deve fare quasi ogni giorno i conti con le aggressioni degli immigrati e la presenza dei pusher. Stavolta è accaduto in una zona difficile, quella che collega Villaggio Prenestino a Villaggio Falcone. Quartieri che risentono della completa indifferenza dell’amministrazione comunale. Da mesi i residenti protestano, segnalano atti violenti, parlano di bullismo e di spaccio. Ma nulla è cambiato.

Periferia est di Roma, la rissa alla Riserva Nuova

In piena periferia est di Roma le ore serali stanno diventando un incubo. Scoppia una rissa nei giardinetti di via della Riserva Nuova. La chiamata al 112, «c’è una rissa tra cinque ragazzi», le urla, l’arrivo della polizia. Il tutto all’altezza del civico 195 della strada che – come detto – collega Villaggio Prenestino e Villaggio Falcone, zona Vecchia Ponte di Nona.

La vittima perdeva sangue

La vittima, un extracomunitario, era a terra e presentava un taglio profondo al volto, forse fatto con un coltello. Quando gli agenti l’hanno trovato, perdeva sangue dalla guancia. Perciò il personale dell’ambulanza ha deciso di portarlo all’ospedale San Giovanni Addolorata in codice giallo. Nessuna traccia, invece. delle altre quattro persone indicate dai residenti.

Le proteste dei residenti

Moltissime le proteste degli abitanti. «Da tempo denunciamo situazioni intollerabili, non ne possiamo più». Sulle pagine fb dei quartieri in zona, esplode la rabbia. «Ci sono anche atti di bullismo, la periferia est di Roma è preda di delinquenti, di immigrati irregolari e dei campi rom».

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica