Pedopornografia e “revenge porn”, onlus denuncia 29 canali Telegram attivi in Italia

domenica 3 maggio 13:06 - di Redazione
Telegram

Tra i canali italiani della piattaforma di messaggistica Telegram, ci sarebbero 29 gruppi di Revenge Porn. Canali dedicati alla condivisione di materiale pornografico non consensuale e minorile. In totale ammonterebbero a oltre due milioni gli utenti combinati. A rivelarlo, l’organizzazione PermessoNegato.it, onlus che si occupa del supporto tecnologico alle vittime di violenza online e che conduce periodiche analisi dell’andamento del fenomeno sulle reti italiane. L’organizzazione ha informato di aver segnalato i gruppi sia a Telegram che ad Apple e Google. Analoga segnalazione risale all’8 febbraio scorso, ma è rimasta sostanzialmente senza riscontro. Di origine russa ma oggi a Dubai, Telegram conta oggi più di duecento milioni di utenti. Con Whatsapp, Signal e Wire, è tra i servizi di messaggistica più utilizzati nel mondo.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

 

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica