Lazio, risalgono i casi. A Roma palazzina isolata. D’Amato: trattate parenti e amici come positivi

domenica 17 maggio 18:52 - di Redazione

Dopo giorni in cui i contagi erano in stabile discesa, oggi a Roma si registrano 32 casi nelle ultime 24 ore (ieri erano 15). 50 in tutto il Lazio (ieri erano 32). Un numero che torna a salire e che preoccupa l’assessore alla Salute Alessio D’Amato. Dato controbilanciato dalla buona notizia della guarigione, a Rieti, di una nonnina di 104 anni.

“Oggi-afferma D’Amato –  registriamo un dato di 50 casi positivi nelle ultime 24h, e di questi 18 sono legati ad un cluster di quattro nuclei familiari posti in isolamento nella Asl Roma 1 e causato dalla partecipazione ad un funerale. Dobbiamo porre molta attenzione nei comportamenti individuali soprattutto con parenti ed amici e agire sempre pensando di avere di fronte potenziali positivi”.

Su Romatoday si spiega che i quattro nuclei familiari in isolamento si trovano a Roma Nord (Asl Rm 1). Qui è stato necessario istituire una microzona rossa. “In particolare – leggiamo sul sito – ad essere dichiarata zona rossa, è stata una palazzina multifamiliare che si trova a Prima Porta, in un’area isolata di campagna nel territorio del XV Municipio. Secondo quanto si apprende i quattro nuclei familiari erano stati autorizzati a partecipare ad un funerale di un congiunto morto per altre patologie non riconducibili al Covid19.  Possibile che alle esequie abbia partecipato una persona positiva al Covid ma asintomatica. Celebrati i funerali alcuni familiari hanno accusato sintomi influenzali, per poi essere sottoposti ai test che hanno indicato la presenza di 18 positivi in totale”.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica