Covid-19: l’America ha il coraggio dire quello che tutti pensano della Cina. Di Maio invece si inginocchia

martedì 5 maggio 11:09 - di Maurizio Gasparri
America

Forse non sapremo mai se veramente il covid-19 sia partito da un errore di laboratorio, ma una cosa è certa: mettendo nel mirino la Cina, l’America sta avendo il coraggio di dire quello che il resto dell’Occidente pensa. Pur con tutte le cautele del caso circa possibili esperimenti non andati a buon fine, sta di fatto che l’unica certezza che abbiamo è che questo terribile virus è partito dalla Cina.

Abbiamo visto tutti le terribili immagini dell’orrendo mercato di Wuhan, con i pipistrelli allo spiedo, i serpenti tagliati a pezzi e con cani vivi venduti per scopi alimentari e soprattutto l’inesistente rispetto delle norme di igiene. Quelle immagini restano scolpite nella nostra memoria portandoci indietro di più di mille anni.

Qualcuno si scandalizza se si osa dire che la Cina è un paese incivile, ma resta il fatto che in quel Paese si praticano usi e costumi pericolosi. Non è un caso, d’altra parte, se dall’Asia partono tutte le epidemie. L’America, quindi, non fa altro che dire la verità. La Cina sta facendo danni enormi all’intero pianeta, oggi con l’epidemia, da sempre con una concorrenza sleale che ha piegato sui mercati le aziende occidentali sovraccariche di oneri che i cinesi non hanno.

Per non parlare delle questioni ambientali, con tonnellate di plastica riversate nei nostri mari e emissioni incontrollate di Co2. Ci sarebbero, insomma, tantissimi motivi per trascinare la Cina davanti a un tribunale internazionale e chiederle i danni. Trump ha almeno il coraggio di accusare la Cina per questo virus, mentre gli altri Paesi occidentali balbettano e l’Italia si inginocchia davanti ai cinesi, con uno sciagurato come Di Battista che incita Conte a fare una politica ancora più filo cinese come se non bastasse il servilismo di Di Maio. L’Italia, tutto l’Occidente, reagiscano e si mettano accanto a Trump e pretendano i giusti risarcimenti dai dittatori comunisti. L’Occidente, più tace, più si dimostra vile. L’ America, invece, sta diventando uno stato alfiere della verità e un simbolo di coraggio. Stare al fianco di questa America è un dovere per ogni persona libera e democratica.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica