Calenda si scatena: «La guardia civica va bene in Venezuela. L’avesse fatto Salvini…» (video)

lunedì 25 maggio 15:36 - di Alberto Consoli
Calenda

Pesantissimo, senza freni, Carlo Calenda.  “La guardia civica va bene per il Venezuela. Tridico non ci ha inondato di soldi, Boccia non ha speso 1 euro dei fondi europei e Arcuri ha fallito. Messaggi paternalistici da questi 3 incapaci sono inaccettabili. Fate il vostro lavoro. Gli italiani hanno fatto il loro”. E’ la “dedica” di  Carlo Calenda su Twitter ai disastri del governo. Un giudizio spietato del leader di Azione che da tempo è uno dei più determinati detrattori delle balle raccontate dal governo. Il giudizio dell’ultima follia messa in cantiere con gli accompagnatori civici – che ha fatto tuonare il centrodestra tutto – manda fuori di sé anche Calenda.

Il proseguimento del tweet è tutto un programma. Aggiunge Calenda: “Lo avesse proposto Salvini sareste tutti in piazza. Sardine comprese. Avete perso ogni oggettività e ritegno”, aggiunge in un altro tweet il leader di Azione. L’eurodeputato ne ha avute per tutti. In questi mesi, sia in tv che sui canali social, si è lanciato in giudizi privi di freni inibitori. Definì tronfia retorica   la comunicazione di Conte. “Lo detesto”, scrisse. “Azzolina? Imbarazzante. Di Maio? Meglio tenerlo lontano da ogni attività operativa”, scrisse. Ora con lo stile da comunismo venezuelano degli accompagnatori per la Fase 2 Calenda rompe gli argini.

“Persone senza né arte né parte, reclutate non si sa in base a quale criterio;  sulla base di norme poco chiare di cui nessun sa nulla, dovrebbero dire agli italiani cosa fare o cosa no?”, attacca a palle incatenate. “Tre buffoni” , apostrofa ancora Tridico, Arcuri e Boccia. Non  fanno il loro lavoro ma dicono agli italiani cosa devono fare. Ma non vi siete stancati? Non può accadere in un paese democratico”. Se è stanco lui figuriamoci noi, che da una vita denunciamo balle, bugie, malefatte e sovvertimento delle regole democratiche.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Costantini 26 maggio 2020

    Grazie dott. Calenda, finalmente qualcuno che cerca di fare aprire occhi ed orecchie per avvertire che ci sono persone inadeguate a gestire determinate operazioni.
    Di fronte a certe fesserie, ci dovrebbero essere dei soloni che blocchino le operazioni preventivate.
    Purtroppo in questo momento, l’Italia è attraversata da strani fenomeni di turbolenza per cui coloro che gestiscono il potere, un giorno affermano una cosa e il giorno dopo il contrario di quanto detto prima: questo comportamento si chiama incoerenza ed è grave che si manifesti nei centri di potere.

  • Piero 26 maggio 2020

    Calenda, è uno dei pochi politici, che vale la pena di ascoltare. Ci mancavano solo la guardia civica. Speriamo che non lo faccia nessuno, altrimenti avremo dei viscidi italiani che ci controlleranno.

  • Pino 26 maggio 2020

    Hanno rilasciato tutti il certificato di antifascismo presso la locale sede dell’associazione nazionale partigiani? Come ? Non è obbligatoria? Solo consigliata ? Ah, per garanzia di assunzione ? Però è motivo preferenziale essere meridionali ? Ulteriori punteggi se parenti di ‘ndranghetosi, mafiosi ecc? Per referenze rivolgersi in alto. ! Tanto firma anche la carta igienica……..

  • liviano 25 maggio 2020

    sono daccordo ivece della guardia civica perché non si pensaa fare in una stessa citta diverse manifestazioni, spett, e altro iniziandoli tutti allo stesso orario cosi i giovani si distribuiscono loro stessi ,e oltretutto permettendo l’ingresso ad alcuni ambulanti, bibite panini etc, con poche persone delle forze dell’ordine potranno fare entrare le persone secondo i metri calpestabili distribuendo la movida in varie parti della citta e allo stesso tempo incominieranno a lavorare alcuni ambulanti.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica