“Tutticontrocovid”: il derby Roma-Lazio si tinge di solidarietà. Domenica il pallone si muoverà con la generosità dei tifosi (video)

giovedì 23 Aprile 17:21 - di Romana Fabiani

L’energia del calcio e la forza della solidarietà. Un binomio possibile che ha ispirato l’iniziativa “Tutticontrocovid“. Un progetto – spiega l’ideatrice Fiammetta Pilozzi  – che unisce la generosità e il tifo calcistico. In un gioco dove il bene vince sempre”. Non solo una raccolta fondi per contrastare il virus che ha messo in ginocchio il pianeta. Perché le donazioni si realizzano attraverso l’impegno delle tifoserie capitoline contrapposte.

Tutticontrocovid, il derby della solidarietà

In un match online nel quale i tifosi e le tifose di Roma o Lazio sono i veri protagonisti. Attraverso una donazione, a partire da due euro, il pallone si sposterà sulla piattaforma virtuale. Realizzata da Damiano Airoldi. Si muoverà e correrà lungo il campo fino al sospirato gol. “Immaginate uno stadio vuoto con un pallone al centro. Che viene mosso dal motore della solidarietà”, spiega  la docente di sociologia della comunicazione all’università per stranieri di Reggio Calabria. “Più offerte ci saranno, più il pallone si muoverà da una parte all’altra del campo per raggiungere la porta avversaria”. Più una tifoseria donerà, più spingerà la palla.  Tutticontrocovid è una storia di solidarietà diffusa. Che nasce da un’idea notturna e cresce e si sviluppa grazie a una rete capillare di contributi e sponsorizzazioni.

Un progetto che cresce di ora in ora

Il progetto, cresciuto di ora in ora, prende corpo sulla scia delle drammatiche immagini di Bergamo. Quei camion militari che trasportano le salme delle vittime del coronavirus che vanno dritte al cuore dei più fortunati. Fiammetta Pilozzi vuole dare una mano. Contribuire. “Insomma – ci spiega – fare qualcosa di concreto”. In quelle ore la Regione Lombardia ha bisogno di tutto. A partire dal personale sanitario. Ma per chi non è  medico o infermiere è difficile mettersi a disposizione. A quel punto la fantasia e la passione possono molto. La curatrice di Tutticontrocovid non ama il calcio, ci confessa. Ma trova nella dinamica collettiva del gioco del pallone la chiave giusta per la sua idea. “Fin dalle prime telefonate abbiamo ricevuto solo sì”. La  prima adesione viene da Damiano Airoldi che ha progetta gratuitamente la piattaforma online. E’ li che domenica 26 aprile alle ore 15 si svolgerà il derby.

I fondi sarà devoluti al centro covid di Tor Vergata

Come giocare? Come contribuire alla raccolta fondi? Sullo schermo appariranno due pulsanti. Uno a destra uno a sinistra, che i tifosi di Roma e Lazio potranno schiacciare versando la loro piccola o grande quota di solidarietà. La telecronaca è affidata al cronista sportivo Marco Lollobrigida. Il derby di domenica ha come obiettivo benefico il Covid hospital di Tor Vergata a Roma. La raccolta permetterà l’acquisto di nuove strutture e macchinari per pazienti covid e non solo. E’ stata la donazione importante della Centrale del latte a dare il calcio di inizio a “Tutti contro Covid”. Indispensabile la collaborazione della nazionale italiana cantanti. Che con la sua onlus il derby del cuore farà da salvadanaio alla raccolta fondi. La nazionale cantanti “ha adottato” il progetto sostenendolo con la propria esperienza quarantennale. Per la realizzazione del progetto è stato indispensabile l’apporto del team di medici guidato da Massimo Andreoni, primario di virologia all’ospedale di Tor Vergata.E direttore scientifico della società italiana di malattie infettive.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *