Sgarbi straccia la von der Leyen: “Depensante, come si permette di toglierci la speranza?”

14 Apr 2020 15:31 - di Angelica Orlandi
Sgarbi

Gli eroici furori di Sgarbi in tv hanno movimentato una Pasquetta tv gia “calda” di suo a “Quarta Repubblica”. Ospite di Nicola Porro su Rete 4, il tema, ovviamente, il coronavirus con le sue ricadute economiche e sanitarie. Il conduttore ha focalizzato l’attenzione, a un tratto,  sulle parole di Ursula von der Leyen, la presidente della Commissione europea. La  quale aveva sentenziato: “Non prenotate le vacanze estive“.

Insomma, il tutto senza un minimo di tatto e di dati certi. Molti italiani in un momento come questo hanno bisogno almeno di sognare un progetto a medio periodo. Sono milioni e milioni gli italiani che si chiedono che cosa ne sarà del mese di luglio e soprattutto di agosto. Bisogna dire che le considerazioni contrastanti degli esperti da un lato, dei politici dall’altra, che non fanno altro che alimentare la confusione e gettare ancor più nello sconforto tutto il comparto e gli operatori del turismo.

Pertanto ipotizzare un bagno in mare nei prossimi mesi non è possibile. Il che ha scatenato Sgarbi: “Come si permette la presidente europea di toglierci la speranza di fare le vacanze? È una totale depensante!”, conclude. Poche parole ma furiose. Ha parlato così, in un’intervista alla Bild  Ursula von der Leyen. Invita tutti i cittadini del Vecchio Continente a tenere ancora in stand-by le vacanze. Gli operatori del turismo si sono già fatti sentire. Sgarbi pertanto ha reagito alla sua maniera.

Con più di una ragione. Non è ancora dato sapere con certezza se e quando riaprirà il Paese e quale sarà il calendario delle (ri)aperture comparto per comparto. Togliere anche i progetti per quest’estate è un delitto. Le risposte su quel che accadrà a luglio e agosto non dovranno essere vaghe come quelle della von del Leyen.

Per questo Sgarbi si è scagliato contro la von der Leyen. Non solo. Ma nel corso della serata, Sgarbi se l’è presa anche con Roberto Burioni, parlando di una sorta di “dittatura degli esperti e della scienza”. I suoi “pallini preferiti”, i virologhi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  • Sergio Milini 15 Aprile 2020

    FORSE FORSE HA PRESO LA LAUREA NEI PRESSI DI QUALCHE LAGER?

  • Massimilianodi SaintJust 14 Aprile 2020

    Non si permetta di non farmi uscire perchè ho 73 anni, ex carrista , niente malattie, niente diabete nè colesterolo. Questa volta prendo le armi!

  • SUGERITI DA TABOOLA