“Mascherine da buttare nella spazzatura”: nuovo schiaffo ai medici. La Protezione civile sbaglia l’invio

1 Apr 2020 11:15 - di Adriana De Conto

Mascherine inutilizzabili contro il virus. La beffa è di una gravità sconfortante. E non è la prima volta che accade. L’ordine dei medici chirurghi e degli Odontoiatri di tutti i capoluoghi di regione hanno ricevuto una lettera per posta elettronica certificata che grida vendetta. Da non crederci.

“Egregi Presidenti, sono a comunicarVi che il Commissario straordinario per l’emergenza epidemiologica Covid-19, dott. Domenico Arcuri, mi ha appena informato: le mascherine contenute in involucri che riportavano la dizione maschere Ffp2 equivalenti, inviati dalla Protezione Civile agli OMCeO dei capoluoghi di Regione, non sono dispositivi autorizzati per l’uso sanitario dalla Protezione Civile”.

“Sospendere subito l’invio di queste mascherine”

“Vi chiedo, quindi, di sospendere immediatamente la distribuzione e l’utilizzo di quanto ricevuto, informando nel contempo eventuali medici o strutture che ne fossero già in possesso” .  La firma è di Filippo Anelli, presidente della Federazione nazionale Ordini medici chirurghi e odontoiatri (Fnomceo).

Si tratta del secondo incidente imperdonabile, vista la situazione. Mascherine non idonee sono arrivate  agli ospedali in Lombardia, in Campania, al Sant’Orsola di Bologna. Stavolta, in una mail ufficiale il presidente della Federazione nazionale Ordini medici chirurghi e odontoiatri (Fnomceo) Filippo Anelli, ha denunciato priprio in queste ore l’ennesima grave, gravissima svista.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  • aldo 1 Aprile 2020

    Cosa vi aspettavate da questi dipendenti di bibitaro e non eletto!!!

  • Piero 1 Aprile 2020

    Non ci sono commenti, é semplicemente vergognoso, sarebbe da capire come sono state pagate, per FFP2 o per mascherine di carnevale.

  • roberto bassi 1 Aprile 2020

    e poi mi vengono a dire che non sono incompetenti ?

  • SUGERITI DA TABOOLA