Le Wedding planners contro il coronavirus: con #amoreincorsia matrimoni gratis per medici e infermieri in trincea

mercoledì 1 Aprile 15:48 - di Redazione
Nozze al tempo del coronavirus foto Ansa

Anche le Wedding planners scendono in campo contro il coronavirus. E lanciando l’hashtag #amoreincorsia, offrono consulenze nuziali gratuite per matrimoni da sogno di medici e infermieri in prima linea. Wedding Planners di tutta Italia unite per donare l’organizzazione delle nozze ai sanitari in trincea dal primo istante dell’emergenza epidemica, e regalare loro la possibilità di coronare il sogno di un matrimonio romantico. Anche in tempi di pandemia e angoscia. Specie per chi, come i sanitari in questo momento, sta combattendo ad armi nudi contro virus, criticità organizzative, disagi di ogni genere. Sono “Gli Angeli in camice bianco contro il covid”. E dunque, in questo difficile momento, tutti hanno pensato come aiutare e rendersi utili: organizzatrici di matrimoni comprese.

Le Wedding planners contro il coronavirus

E allora: consulenze nuziali gratuite per medici e infermieri in prima linea contro il Coronavirus. «Regaleremo un sorriso e spensieratezza a chi in questo momento rischia la propria vita per salvare le nostre». L’obiettivo è quello di donare momenti romantici a tutte le persone impegnate nella guerra al virus che fa paura al mondo. Il pensiero è rivolto al personale sanitario di tutta Italia, al lavoro in queste ore nei reparti ospedalieri maggiormente coinvolti nelle cure ai pazienti Covid positivi: come Rianimazione o Malattie Infettive. Oggi luoghi di dolore e duro lavoro senza sosta. Posti in cui medici, infermieri e operatori sanitari, rischiano quotidianamente la pelle per salvare altre vite umane. Ma ora questi “angeli operativi”, passata la bufera, potranno sposarsi e affidarsi, per l’organizzazione dell’evento, alla consulenza gratuita delle migliori professionalità del paese nel settore Wedding. Per dare un tocco di magia al giorno più romantico della loro vita.
L’hastag creato per il progetto è #amoreincorsia.

I primi protagonisti dell’iniziativa sono due infermieri

Tra i primi futuri sposi che hanno colto l’occasione ci sono Domenico De Padova, classe 1989, e Silvia Rosati, 1987. Due infermieri che, da quando è scattata l’emergenza Covid 19, collaborano con il reparto di Malattie Infettive di Bisceglie. Sono loro ad aver donato lo scatto diventato immagine simbolo dell’iniziativa. «È difficile descrivere le nostre emozioni in poche parole. Mentre la tristezza e la paura pervadono il nostro cuore», ammette Silvia. «Anche se le mascherine ci proteggono contro questo virus, nulla è in grado di difendere il nostro cuore e la nostra mente dalla sofferenza profonda. Ma abbiamo una grande speranza: sconfiggere questo mostro e poterci unire di nuovo in un unico abbraccio e urlare a squarciagola: “ce l’abbiamo fatta” e convogliare verso il nostro SI».

Una catena di solidarietà che punta a realizzare un sogno

Nata da un idea di Alessia Ghisoni e Cinzia Murgia, referenti per la Sardegna dell’Italian Wedding Awards (l’Oscar delle nozze italiane). Ma che ha poi coinvolto l’intera famiglia del contest che premia l’Eccellenze Nazionali del mondo del Wedding, le cui ideatrici, ricordiamo, sono Camelia Lambru e Mariangela Savonarota, (quest’ultima è medico presso l’U.O di Medicina del San Raffaele). Oggi tutte le colleghe d’Italia. Referenti Regionale dell’IWA, offrono la loro professionalità. Con l’obiettivo di regalare gioia a tutti i medici e infermieri, impegnati nelle cure ai pazienti Covid. Tutti insieme daremo vita a una catena di solidarietà attraverso ciò che sappiamo fare: organizzare matrimoni e realizzare sogni. Medici e infermieri interessati possono rivolgersi a info@italianweddingawards.com

 

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *