La “sfida” ai controlli: «Vado a prendere le lasagne da mia madre». E finisce nei guai

mercoledì 29 aprile 8:36 - di Roberto Mariotti
controlli

Controlli a raffica, pessime sorprese. «Stiamo andando a prendere le lasagne da mia madre». A Castellamare del Golfo, in provincia di Trapani, la polizia ha denunciato un 39enne e la compagna di 39 anni. Ora sui  due pendono molte accuse: false dichiarazioni sull’identità personale propria e altrui; sostituzione di persona; falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico. E ancora, favoreggiamento personale, violazione degli obblighi inerenti la sorveglianza speciale. Gli agenti hanno bloccato la coppia a bordo di un’auto. A guidarla era l’uomo al quale era stata revocata la patente. Per la macchina c’è stato il sequestro.

Controlli, pure l’autocertificazione era falsa

L’uomo non aveva documenti con sé. Ha detto agli agenti di averli dimenticati a casa. Poi ha fornito false generalità anche nell’autocertificazione (erano quelle del fratello). La compagna le aveva pure confermate. A entrambi i poliziotti hanno contestato le violazioni delle disposizioni  governative in tema di contenimento del rischio epidemiologico. La donna è stata denunciata anche per favoreggiamento personale, per aver aiutato il compagno a eludere gli accertamenti. Per l’uomo, inoltre, c’è ora la denuncia per guida senza patente e l’auto è stata sequestrata ai fini della confisca, e per violazione degli obblighi inerenti la sorveglianza speciale a cui era sottoposto.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica