Fesica-Confsal: “Colf e badanti dimenticate dal governo Conte. Forse qualcosa si muove…”

17 Apr 2020 16:06 - di Alessandra Danieli

L’allarme della Fesica-Confsal per il comparto di colf e badanti. Categorie ignorate totalmente dal governo Conte. Almeno fino a oggi. “Meglio tardi che mai. Dopo aver evidenziato più volte le problematiche di quei lavoratori. Che ogni giorno si occupano della salute degli anziani e della quotidianità delle loro famiglie. Qualcosa si muove”. Così Flaminia Mariani, segretario nazionale del comparto ‘colf e badanti’ della Fesica Confsal.

Fesica-Confsal al fianco di colf e badanti

Gli ultimi decreti  del governo giallorosso hanno snobbato una classe di lavoratori sempre più importante nel tessuto sociale del nostro Paese. “Sembrerebbe. Il condizionale è d’obbligo, non essendoci ancora nulla di formalizzato. Sembrerebbe che il prossimo decreto legge verterà anche su colf e  le badanti. E tutto quel mondo di dipendenti connessi al loro ruolo. Da quanto si apprende – spiega Mariani – allo studio del ministero del lavoro ci sarebbe l’introduzione di una tutela. Negli effetti simile alla cassa in deroga, più semplificata nella forma. Che garantirebbe meno incertezza economica in questo periodo emergenziale così negativo”.

Mariani: “Qualcosa si muove, forse”

“Come sindacato, da più tempo chiedevamo un aiuto per questa categoria di lavoratori. Esclusi dagli strumenti di sostegno per il lavoro subordinato. Nonostante versino regolarmente i contributi all’Inps”. Vorremmo finalmente credere – conclude il comunicato – che, una volta passati dall’anonimato alla luce, si possa riscontrare la concretezza dei fatti. Fatti che oggi simulano, per ogni dipendente  un importo mensile pari a 400 euro sui contratti full time. Un primo passo importante. Verso la strada del riconoscimento di un settore che nei prossimi anni aumenterà sensibilmente il volume di addetti, nonostante permanga il grave problema dei tantissimi lavoratori del settore domestico. Costretti al nero su una parte della busta paga rispetto alle effettive ore lavorate”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  • Valentin 17 Aprile 2020

    Io, come badante, non poso lavorare piu dal 10 marzo e non ricevo nessun stipendio!!! Allora come cavolo faccio a vivere?? Chi mi da soldi per affito, per la spesa, per bolette? Che devo fare?? Vado a rubare, a amazzare qualcuno??

  • SUGERITI DA TABOOLA