Fakenews? C’è solo da scegliere tra le frescacce del governo Conte

martedì 7 aprile 6:00 - di Francesco Storace

C’è qualche rischio per la commissione censura voluta da Palazzo Chigi, le fakenews sono diffuse dal governo e non sanno come fare. I ministri, disperati, devono far vedere che sono capaci di fare qualcosa, e si agitano. Ma si muovono male.

Tra le pratiche su cui bisogna fare chiarezza ce ne sono diverse. Innumerevoli le frescacce di governo, una fabbrica di balle, e qualcosa bisognerà pur decidere per giustificare l’incredibile esistenza dell’organismo che si dovrebbe occupare proprio di fake news.

Le fakenews sulle mascherine

Ad esempio, la questione delle mascherine e dei vari dispositivi di protezione individuale. La protezione civile sforna ogni giorno numeri su numeri, ma non rende conto mai del materiale inutilizzabile inviato alle regioni. Borrelli e soci fanno la somma sul loro sito, ma le cifre sono sballate. C’è voluta una circolare dell’ordine dei medici per invitare gli operatori sanitari a non indossare le mascherine inviate dalla protezione civile. Erano inutili. Ma la sottrazione Borrelli non la fa.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Costantini 8 aprile 2020

    Di fronte alla pubblicazione di questo messaggi da parte di Responsabili di governo che poi all’atto pratico non sono attuato, si resta semplicemente attoniti di fronte alla leggerezza con cui sono emessi i comunicati che in alcuni casi si contraddicono mettendo in risalto una faciloneria nel proporre azioni che non sono compatibili e oltretutto con Politici che si inventano soluzioni diverse.
    Egregi signori, in un momento come questo, la popolazione italiana ha bisogno di certezze e non di problemi da risolvere soprattutto sotto la forca degli stati europei che vogliono imporre le loro soluzioni.
    Prego che l’attuale governo abbia il coraggio di accettare soluzioni che agevolino la ripresa del paese e non quelle che, per il futuro, ci renderanno schiavi di questa Europa che in un momento come questo cerca di imporre soluzioni che sono a discapito del nostro paese.

  • vincenzo traversi 8 aprile 2020

    Quando il “presidente del consiglio” minuscolo fa la conferenza stampa a nessun giornalista viene in mente di chiedere come mai a dicembre la manovra “poderosa” da 30 miliardi era un miracolo ed oggi trovano 750 miliardi? E’ talmente evidente la falsità di quanto affermato che bisognerebbe essere completamente imbecilli per non capirlo. Ma bisognerebbe costringere questo pagliaccio a dirlo chiaramente agli Italiani.Un abbraccio Vincenzo Traversi

  • Giuseppe Costantini 8 aprile 2020

    Come cittadino mi sento a disagio in quanto non riesco a comprendere l’incongruenza delle varie dichiarazioni fatte da esponenti del governo.
    Persone che occupano un posto di responsabilità come ministri, sottosegretari e via dicendo, sarebbe opportuno che facessero dichiarazioni certe dopo essersi consultati in consiglio.
    Invece, purtroppo, le dichiarazioni sono in qualche caso contraddittorie.
    Comunque se fosse adottato il piano proposto a livello europeo, diventeremo una colonia subalterna ai paesi europei aventi una economia più forte.
    Quello che non capii e che qualcuno mi dovrebbe spiegare è come funziona questa signora Europa.
    Mi dà tanto l’impressione che alcuni paesi tentano di fagocitare gli altri facendoli diventare delle colonie.
    Speriamo che non sia così altrimenti lasceremo le future generazioni al soldo di paesi stranieri.

  • Paolo 7 aprile 2020

    stiamo lottando contro due virus: uno è il “coronavirus” l’altro indovinate voi. Abbiamo estrema necessità di: competenza, serietà, dignità e zero saccenteria.

  • aldo 7 aprile 2020

    Effettivamente questi loschi individui che compongono questo insensato governo raccontano tante di quelle balle che meriterebbero pene molto severe per aver turlupinato la buona fede di molti italiani sciocchi!
    Il loro complice è la rai, popolata di moltissimi baciapile decerebrati.
    Mi auguro che un giorno abbastanza prossimo ce ne potremo liberare, in primis dei 5 stelle.
    Non ne possiamo più!!!!!!!

  • lamberto lari 7 aprile 2020

    Le opposizioni devono richiedere un incontro urgente con il Presidente della Repubblica e chiedere che siano rispettate le procedure di legalità sui provvedimenti presi dal consiglio dei ministri soprattutto in un momento di crisi, gravissima crisi come questa. Una maggioranza di governo che è già conflittuale con il volere degli italiani non può arrogarsi il diritto di mandarci al patibolo minando in modo irrecuperabile il futuro del nostro paese. CI VOGLIONO MENO CHIACCHERE E PIU’ AZIONE da parte di tutti i partiti di opposizione. Opposizione nelle due camere del parlamento ma maggioranza nel paese!

  • Michele Moncelli 7 aprile 2020

    Ormai ci siamo abituati a queste Fakeold del ns Gov punto it

  • rino 7 aprile 2020

    Purtroppo sono creduti da molti che sono convinti che Conte faccia bene nella gestione dell’epidemia. La verità è che il governo giallo-rosso è l’attuazione dell’anachia, ognuno fa come gli pare. Non c’è coesione, non c’è una guida, ma solo un furbetto ce riesce, anche sfruttando l’epidemia, a restare a Palazzo Chigi.
    L’oppressione fiscale e giudiziaria dai teorici della sinistra in questi anni ha creato una burocrazia che blocca il paese, mettendo in pericolo di denuncia chiunque voglia agire. Infatti in questi anni i politici non hanno fatto nulla e non hanno speso, chi lo ha fatto è finito sotto processo.
    Il governo si è affidato una volta agli economisti con “Milano non si ferma” e ha fatto scoppiare una epidemia, poi ai medici che non pensano all’aspetto economico e stanno distruggendo il tessuto produttivo.
    Sapevemo che stava arrivando il contagio e si doveva prevenire. Si doveveno fare i test e isolare gli asintomatici. Meglio un test non certificato che nulla.
    Forse questo governo sarà travolto da una rivoluzione e sarà peggio per tutti.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica