Dagli Usa probabile vaccino a gennaio. Ma la Ue ancora al palo lancia una “raccolta fondi”….

giovedì 30 aprile 18:50 - di Domenico Bruni
vaccino dagli usa

Vaccino entro gennaio? Per Anthony Fauci è possibile che centinaia di milioni di dosi di vaccino di coronavirus possano essere pronte entro gennaio, come prevede il programma dell’amministrazione Trump “Operation Warp Speed”. Durante un’intervista alla Nbc, il direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases (Niaid) ha risposto infatti positivamente alla domanda se ritenesse nel “campo della possibilità” che si potesse centrare l’obiettivo.

Fauci assicura: inizieremo presto a produrre il vaccino

“Vogliamo procedere velocemente, ma vogliamo garantire sicurezza ed efficienza, penso che sia fattibile se le cose vanno nel verso giusto”, ha aggiunto il virologo che fa parte della task force della Casa Bianca per il coronavirus. Fauci ha poi sottolineato che il passo più importante per raggiungere l’obiettivo è iniziare a produrre il potenziale vaccino prima ancora che si siano completati i “trial”, la sperimentazione per verificarne l’efficacia.

Fauci: accelereremo i tempi

“Faremo partire la produzione con le società coinvolte e lo faremo a rischio. Nel senso che non si può aspettare di avere una risposta prima di iniziare la produzione, si inizia a produrre supponendo che funzioni – ha spiegato -. E se funziona, allora si aumenta la produzione e, si spera, che i tempi saranno rispettati”. Tempi, ha concluso Fauci, che non si discostano molto dalle previsioni fatte da lui all’inizio dell’epidemia per lo sviluppo di un vaccino: “A gennaio e febbraio ho detto che sarebbe stato necessario tra un anno e 18 mesi, il prossimo gennaio sarà un anno”.

La Ue non si smentisce per inettitudine

Intanto la Ue, che in questa catastrofe si è distinta per inefficienza e indiffeenza, non si smentisce. La Commissione Europea lancia per lunedì prossimo, 4 maggio, una conferenza on line, “Coronavirus Global Response”. Che mira a raccogliere fondi destinati alla ricerca per trovare un vaccino e dei farmaci in grado di contrastare e curare la Covid-19. L’iniziativa, lanciata dalla presidente della Commissione Ursula von der Leyen, punta a raccogliere almeno 7,5 mld di euro. Che serviranno ad accelerare lo sviluppo di vaccini, cure e strumenti diagnostici “disponibili a tutti e a prezzi accessibili”. Auguri.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Gianmarco Firenze 30 aprile 2020

    Usciamo dall’UE prima possibile!!!

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica