Da Conte una miseria alle imprese. In Germania, Olanda e Usa fondi per tutti. Le testimonianze (video)

17 Apr 2020 13:02 - di Mia Fenice
imprese

«In Italia, o niente o la miseria. Guardate gli altri paesi, come hanno finanziato le imprese e imprenditori durante l’emergenza Covid-19. La parte iniziale corposa ė a fondo perduto. A fine emergenza in Italia conteremo le imprese sopravvissute, altro che ripresa. E quelle rimaste dovranno indebitarsi.
#vergogna #dimissioni #conteacasa». Lo scrive sulla sua pagina Facebook  il leghista sardo Luca Defraia. L’esponente della Lega rilancia il servizio andato in onda su Dritto e Rovescio dove si mettono a confronto gli aiuti dati a imprese e famiglie in vari paesi. Nel servizio si parte con Giuseppe Conte che annuncia: «400 miliardi di liquidità immediata alle nostre imprese. Non ricordo un intervento così poderoso». In realtà,  in piano anticrisi  messo in campo dall’Italia prevede prestiti per le imprese: 600 euro una tantum per autonomi e partite iva.  Ma nel resto d’Europa le cose vanno diversamente. Il servizio mostra qual è la situazione in Germania e Olanda.

Aiuti alle imprese, bonus in Germania

In Germania  agli autonomi è stato erogato un bonus che va dalle 5mila euro alle 1500 euro. L’intervista a Marco Pellegrino, tecnico del suono: « lavoro a Berlino da sette anni. I primi 5mila euro sono a fondo perduto. Ho fatto subito la richiesta online, ho dovuto fornire solamente  i miei dati bancari e senza la richiesta di nessun’altra informazione. Il giorno dopo ho ricevuto 5mila euro.

In Olanda 4mila euro a fondo perduto

In Olanda, spiega il servizio,  l’aiuto è di 4mila euro senza restituzione, più un contributo di 1500 euro a persona per tre mesi.  Parla il ristoratore Valerio D’Amore: «Sono italiano e vivo da 10 anni  in Olanda, e sono proprietario di due ristoranti. Mi sono trovato coinvolto nella chiusura delle mie attività commerciali. Ho fatto la richiesta di sussidi e ricevo 1500 euro per tre mesi. Un regalo di 4mila euro a fondo perduto. Pagano i miei dipendenti fino a un 95% e se  avessi bisogno di un prestito posso richiedere alle banche olandesi 10mila euro tassati al 2% e la prima rata si paga il 1 di gennaio 2021.  Come imprenditore in Olanda non mi sono sentito abbandonato».

Negli Usa fondi a famiglie e imprese

Il servizio Dritto e Riovescio  prende il caso anche degli Stati Uniti. Lì oltre al denaro liquido per le attività, sul conto corrente di ogni cittadino vengono versati 1200 dollari.  Spiega Nadia Davi, imprenditrice: «Il governo americano ha stanziato aiuti per tutte le famiglie, ci ha fatto arrivare direttamente sul conto corrente bancario una cifra di 2400 dollari per me e mio marito e di 500 dollari per ogni bambino». Per quanto riguarda le imprese parla il ristoratore  Michele Casadei Massai: «Sono a New York da undici anni. Sono arrivati i primi 10mila dollari… Ho avuto conferma che anche i miei dipendenti  hanno ricevuto il loro contributo settimanale di 600 dollari a settimana promessi».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  • walter 20 Aprile 2020

    Grandissima fake news

  • SUGERITI DA TABOOLA