Coronavirus, a spasso col cane… ma per vendere droga. La polizia lo arresta, il pm lo scarcera

3 Apr 2020 13:59 - di Redazione
cane

Portare a spasso il cane per spacciare droga. L’ultimo episodio si è registrato ieri a Roma, dove gli agenti del commissariato Prati hanno colto pusher e cliente sul fatto. I poliziotti, in servizio di controllo, infatti, hanno notato uno strano movimento tra due giovani, entrambi con un pitbull al guinzaglio. Come poi hanno potuto accertare, si trattava dello scambio droga-denaro.

Il Mosap: “Grazie all’acume degli agenti”

“È paradossale come ci si ingegni in questo periodo”, ha detto il segretario del sindacato di polizia, Mosap, Fabio Conestà, commentando la notizia riportata dal sito di informazione 7Colli. Conestà inoltre ha sottolineato “l’inventiva criminogena di portare a passeggio i cani per i loro bisogni per accedere in un modo o nell’altro all’acquisto di sostanze stupefacenti”. “Grazie all’acume e alla prontezza dei nostri operatori, che hanno fatto in modo che ciò non avvenisse”, ha quindi proseguito il segretario del Mosap, rivelando che è stato anche”necessario mettere la museruola ad uno dei due pitbull perché molto aggressivo”.

Il pusher col cane arrestato e subito scarcerato

Gli agenti hanno contestato a entrambi la violazione delle decreto anti coronavirus. Inoltre, per la droga, hanno elevato una sanzione al cliente e hanno arrestato il pusher, contestandogli la detenzione e lo spaccio di sostanze stupefacenti. Il pm, però, dopo averne convalidato il fermo, rivela 7Colli, ne ha disposto l’immediata scarcerazione.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  • Gastone 3 Aprile 2020

    il pusher ha senz’altro contribuito al bene collettivo visto la situazione del corona virus
    come mai il giudice non gli ha dato una medaglia e magari un bonus statale di 2000.00 euro poverino. VERGOGNA

  • SUGERITI DA TABOOLA