Senza pudore: sull’autocertificazione scrive “Bere un caffè dagli amici” sotto la voce “stato di necessità”

martedì 24 Marzo 8:38 - di Roberto Mariotti
stato di necessità

Continuano a non osservare i divieti. E lo fanno in modo sfacciato. «Bere un caffè dagli amici». Con questa motivazione, scritta nell’autocertificazione sotto la voce “stato di necessità”, un uomo 40enne si è recato in casa di conoscenti. Ma è stato denunciato dai carabinieri che sono intervenuti in un appartamento dove erano stati segnalati schiamazzi e musica a tutto volume.

Sfacciato anche per lo “stato di necessità”

Senza ritegno. Di notte, verso le 23, a Pistoia, nella zona di Porta San Marco, una pattuglia del nucleo radiomobile, ha fatto l’ingresso nell’abitazione di un condomino. All’interno della piccola abitazione, oltre alla coppia che vi risiede, c’era il loro amico 40enne, residente nella zona di piazza Duomo. Giocavano a carte, bevevano caffè e alcolici. All’atto del controllo, l’amico della coppia ha mostrato ai carabinieri l’autocertificazione. Ma la motivazione del caffè non è stata naturalmente sufficiente a giustificare “lo stato di necessità” e così è scattata la denuncia.

Per continuare a leggere l'articolo sostienici oppure accedi