Roma, rapina una donna e fugge nella metro dei Monti Tiburtini. I passanti lo intrappolano

2 Mar 2020 9:06 - di Redazione
Monti Tiburtini

Momenti concitati a Roma, nella zona dei Monti Tiburtini. Prima le urla, poi la fuga, l’inseguimento e l’azione dei passanti. Tutto ha avuto inizio quando un uomo di 45 anni ha rapinato una donna in via Casimiro Teja. L’ha minacciata con un coltello e le ha derubato il portafoglio. La vittima, impaurita, ha cominciato a urlare, attirando l’attenzione di alcune persone.

L’inseguimento ai Monti Tiburtini

I passanti hanno visto l’uomo che correva e l’hanno inseguito. Minuti di confusione, tra chi gridava e chi cercava di raggiungerlo. Il 45enne, originario della provincia di Vibo Valentia, ha cercato di trovare rifugio. Si è perciò infilato tra i passeggeri della stazione della metropolitana dei Monti Tiburtini.

La caduta e l’immobilizzazione

Una volta all’interno, l’uomo è caduto a terra. A quel punto non ha avuto scampo. I suoi inseguitori l’hanno bloccato definitivamente. Tra loro c’era anche un agente della Polizia di Stato, in quel momento libero dal servizio.

L’intervento dei carabinieri

Altri testimoni, nel frattempo, hanno chiamato il pronto intervento 112. I carabinieri della Stazione Roma Casalbertone sono arrivati sul posto dopo pochi istanti. I militari hanno preso in consegna il rapinatore che addosso aveva ancora il portafoglio della vittima. L’uomo- che risulta domiciliato a Roma – aveva con sé anche il coltello utilizzato per mettere a segno la rapina ai Monti Tiburtini.

Per continuare a leggere l'articolo sostienici oppure accedi

SUGERITI DA TABOOLA