Roma, ladre rumene al Foro Italico: morsi a un carabiniere. Erano domiciliate nel campo nomadi

lunedì 9 Marzo 8:15 - di Redazione
ladre rumene

I carabinieri hanno arrestato due baby ladre rumene di 15 e 16 anni, domiciliate al campo nomadi di via del Foro Italico a Roma. Le accuse vanno dalla tentata rapina impropria alla ricettazione fino alla violenza e alla resistenza a Pubblico ufficiale. Le due ragazze stavano trafugando merce tra gli scaffali un supermercato di Largo Forano. Un carabiniere donna – libera dal servizio – le ha notate e ha chiamato subito una pattuglia di rinforzo.

La reazione violenta delle ladre rumene

Appena le due ragazze si sono avvicinate alle porte di uscita, la militare si è subito qualificata come Carabiniere. Ha bloccato le ladre rumene sull’uscio dell’esercizio commerciale. Ma nel tentativo di sfuggire all’arresto, una delle due ladre ha morso la mano del carabiniere. Grazie però all’intervento della pattuglia chiamata pochi minuti prima, le due giovani nomadi sono state definitivamente bloccate e arrestate.

Nella refurtiva abbigliamento e smartphone

La perquisizione ha permesso ai carabinieri di trovare l’intera refurtiva, di recuperare altri capi di abbigliamento e uno smartphone. Tutti sono risultati rubati precedentemente. Le due ladre rumene sono stata accompagnate presso il Centro di Prima Accoglienza

Per continuare a leggere l'articolo sostienici oppure accedi