Per mesi minacce e botte ad Albano Laziale: rapinatore terrorizzava cittadini e commercianti

19 Mar 2020 8:07 - di Paolo Sturaro
Albano Laziale

Per diverso tempo ha terrorizzato un intero paese con i suoi soprusi e le sue violenze. Si aggirava per le strade di Albano Laziale alla continua ricerca di soldi. E non esitava ad usare violenza contro chi si opponesse alle sue richieste. La gente era esasperata e spaventata. Aveva paura anche di passeggiare. Il rapinatore entrava persino negli studi medici.

È un 41enne di Albano Laziale

Poi la svolta. I carabinieri di Albano Laziale l’hanno arrestato, dando esecuzione a un provvedimento cautelare in carcere. Si tratta di un 41enne del posto. I militari erano sulle tracce dell’uomo ormai da tempo. Avevano visionato i sistemi di videosorveglianza della zona e acquisito le testimonianze delle vittime. Alla fine hanno ricostruito i suoi movimenti, ritenendolo responsabile da settembre 2019 a febbraio 2020, di numerose rapine ed estorsioni ai danni di commercianti e cittadini.

Il primo episodio: cittadino preso a botte

Il primo fatto risale al 3 settembre 2019 quando l’uomo – con fare minaccioso – aveva chiesto del denaro a un cittadino. Al suo rifiuto, l’ha picchiato, si era impossessato della sua vettura a mo’ di risarcimento per poi dileguarsi per le strade cittadine. Altro episodio nell’Ufficio postale di Pavona dove l’uomo – pretendendo soldi e in stato di agitazione – aveva terrorizzato i clienti distruggendo le vetrate dell’ufficio.

Per continuare a leggere l'articolo sostienici oppure accedi

SUGERITI DA TABOOLA