Merkel-Macron, i padroni dell’Ue in teleconferenza. Ma dopo il virus bisognerà liberci anche di loro

martedì 17 Marzo 13:00 - di Tano Canino

Merkel-Macron e basta: altro che Unione europea. Mentre la congrega di imbecilli, prezzolati o “sinceri” europeisti di casa nostra si rintana nell’ottimismo della volontà, i due procedono come sempre. In coppia. Così, anche oggi registriamo francesi e tedeschi a braccetto. A decidere per noi tutti. Per conto di quell’Unione che è solo una ridicola finzione. I due sono in videoconferenza. La seconda nel giro di quarantott’ore. Alla faccia dei partner. Adesso parlano con Erdogan, per cercare di rabbonirlo. Per evitare, a suon di miliardi (sborsati da tutti), che il Sultano di Ankara rovesci sul suo confine occidentale qualche milione di profughi. E gli altri? Gli altri guardano e aspettano ordini. Come l’altro ieri. Quando la videoconferenza l’hanno fatta con quella sorta di Sfinge della Von der Leyen. Il pupazzo biondo che hanno piazzato al vertice della  Commissione. Per l’altra, la dentuta Lagarde della Bce, non è stato necessario. Lì basta un cenno e quella spara subito su chiunque, possibilmente sugli italiani.

Merkel-Macron, l’Ue è cosa loro

Il tema era il Coronavirus. Che colpisce tutti i paesi aderenti e (presunti) fratelli. Ma loro, niente. Imperturbabili hanno discusso, convenuto e deciso quel che è bene per loro. Stanziamenti per le loro industrie, per la loro ricerca, per i loro ospedali. E poi le aperture e le chiusure. Tutto fatto insieme e d’accordo. Fottendosene allegramente dell’Italia, la Nazione più duramente colpita. Quella che è in trincea e necessita di solidarietà vera. Che potrà (forse) riuscire ad approvigionarsi di mascherine e materiale sanitario regolarmente acquistato, ma -guarda un pò- bloccato da tedeschi e francesi. Con quale faccia parlino ancora d’Europa gli irriducibili beoti di casa nostra non lo si capisce. Merkel-Macron e basta. Altro non c’è. L’Ue è cosa loro. E non lo nascondono nemmeno. Cosicché, dopo esserci liberati da questo virus, è il caso che ci si liberi anche di questi due.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • sergio succi 29 Marzo 2020

    Se questa è l’europa non serve serve a niente.

  • paolo cipollina 29 Marzo 2020

    si concordo dobbiamo lasciarli,cioè lasciare questa europa “infame” che vuole distruggere l’economia delle altre nazioni…………….

  • Dino 20 Marzo 2020

    Sono moltissimi gli italiani che sta UE cosi come é strutturato l’abbandonerebbero prima possibile,ma la verita che nessuno dei partiti politici e i loro burocrati siano della stessa idea e quelli che li strobazzano sono i primi che vogliono restarci che con l’uscita sarebbe la loro fine. Ma quelli che farebbero la cotrorivoluzione se l’Italia uscirebbe sono tutti i massoni,finanzieri e banchieri italiani che con l’Euro e lo Spread ci speculano e ci marciano alla grande e alcuni sono anche politici e votati dal popolino ignorante e pecorone.

  • MICHELE fuccilo 18 Marzo 2020

    Ma fino a quando “quel mattarella” deve restare e tenerci al guinzaglio di costoro?
    E fino a quando noi ITALIANI dobbiamo subire le loro angherie?
    E quando potremo essere liberi di scegliere con la nostra testa?
    Un saluto michele