L’Eterno Riposo recitato dalla D’Urso e Salvini in tv scatena gli “odiatori”: insulti a valanga

30 Mar 2020 12:34 - di Redazione

Barbara D’Urso recita l’Eterno riposo in tv per i morti da coronavirus, su Canale 5, durante il suo Live Non è la D’Urso. Un’iniziativa partita dalla vulcanica conduttrice. Matteo Salvini, ospite in collegamento, si è associato verso la fine della preghiera per i defunti. E dunque, il video  della preghiera televisiva dei due è diventata virale, con un tripudio di commenti. Subito è scattata la mannaia degli insulti. Quasi oggi il problema oggi non fossero i morti falcidiati dal virus, ma una preghiera.

L’Eterno Riposo, la D’Urso: io prego ogni sera

“Io lo posso recitare – esordisce la conduttrice – perché tanto tutte le sere io faccio il rosario, non me ne vergogno, anzi sono orgogliosa di dirlo”. E inizia a recitare:  “L’eterno riposo, dona loro, o Signore, e splenda ad essi la Luce perpetua. Riposino in pace. Amen”.  A quel punto associarsi al gesto era quasi un atto dovuto. “Siamo in due Barbara”, le ha fatto eco Matteo Salvini.

Il linciaggio sul web

Ciò è bastato per il linciaggio. Tanto che stamattina, l’hashtag #D’Urso è in vetta alle tendenze Twitter e i commenti sono migliaia. “E con questi due che recitano insieme l’Eterno riposo in tv, abbiamo visto tutto. Chiedo scusa ai morti”,
scrive Selvaggia Lucarelli. Roba da matti. Stiamo parlando di una preghiera. Addirittura qualcuno invoca le scuse ai defunti. Ma siamo matti? Non vi sembra di esagerare?

E sotto, Claudio Carrara di Brescia commenta: “Mio padre è morto in ospedale a Bg il 10/3… da solo, come ahimè tutti i positivi #Covid_19. questo squallido teatrino è un insulto alla sua memoria! Con che coraggio! Barbara D’Urso e Matteo Salvini dovreste vergognarvi! Non ci sono parole allo schifo!”. Insomma, c’è chi si indigna per un L’Eterno Riposo in tv ma non altrettanto per i disastri compiuti dal governo Conte: per la sanità distrutta da Zingaretti, per i medici falcidiati dal virus perché privi dell’equipaggiamento protettivo. Cos’ è che fa più orrore?

Volgarità gratuite

Altri commenti: “Sono basito e scandalizzato. Spero che non corrisponda a realtà ma sembrerebbe che #Salvini e la D’Urso abbiano pregato assieme in diretta su Canale 5. Io credo che questa assurda deriva populista vada fermata, non è possibile sopportare ulteriormente questo indecoroso spettacolo”, twitta lo scrittore Eugenio Cardi. Non mancano le battute, come quella dell’account satirico ‘Il rutto sovranista’: “Dopo la preghiera in diretta con Barbara D’Urso, Salvini domenica prossima si cimenterà in due miracoli: trasformare l’acqua in vino e le cazzate in voti”.

Il direttore di ‘Wired’ Federico Ferrazza, cinguetta preoccupato: “Barbara D’Urso e Matteo Salvini hanno recitato in diretta tv l’EternoRiposo, la preghiera per i defunti dei cattolici. Che qualunque dio ci protegga”.

Molti invece anche coloro che hanno apprezzato. Hanno commentato commossi i tantissimi italiani che hanno perso cari e amici senza poterli seppellire adeguatamente, senza una preghiera congiunta. Lo stop ai funerali e alle esequie nelle chiese ha reso più tragico questo momento.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  • Rachele Sciortino 30 Marzo 2020

    che ridicola, meno esibizionismo,! salve

  • aldo 30 Marzo 2020

    Sto con Salvini, forza Capitano. Il chierichetto conte è andato dal papa per servire messa!!!!
    Sordello dove sei??????

  • Paolo T. 30 Marzo 2020

    Non capisco se siete stupidi o in malafede, ma temo la seconda.
    Pregare in diretta si può fare, lo fa il papà, molti preti e altre figure.
    Ma qui c’è propaganda politica e c’è show, c’è finzione e non c’è rispetto per famiglie che stanno soffrendo, loro davvero.
    Al giornalista che ha scritto questo articolo: spero non Le capiti una sciagura simile, Spero anche che possa ripensare a quanto scritto, vergognarsene e scusarsi.

  • orazio 30 Marzo 2020

    Ovviamente il problema non è l’Eterno Riposo (almeno lo spero) ma il fatto che a recitarlo sia stato Matteo Salvini. Al quale i komunisti odiatori in servizio permanente effettivo, perennemente agitati, gli contestano, ormai, anche l’aria che respira. Perché se ad aver recitato la prece fosse stato un Giuseppe Conte o, che so io, un cattopiddi come Franceschini, Letta, ecc. oggi dai censuratori rossi si sarebbe levato un commosso e sentito “Amen”. Che squallore!

  • SUGERITI DA TABOOLA