Coronavirus, è davvero l’Italia la peggiore d’Europa? No, perché i conti non tornano…

giovedì 5 Marzo 13:09 - di Domenico Bruni
Coronavirus_Parigi (2)

Coronavirus, ma siamo davvero i peggiori d’Europa? No, perché qualcosa non torna. Ad esempio in Francia, il 52% dei contagiati da coronavirus ha tra i 18 e i 64 anni. Seguono i ragazzi sotto i 18 anni (21%) gli ultrasettantacinquenni, (16%) e infine le persone comprese tra i 65 ed i 74 anni. E’ quanto emerge dal bollettino messo a punto da Santé Publique France, che ribalta tutto quello che si pensava sul coronavirus.

Coronavirus, l’Italia non è la peggiore

E lo dice anche un esperto. “Mi sto vergognando di quello che i dati stanno fotografando, ovvero che l’Italia sarebbe la peggiore d’Europa. Come è possibile? Se guardo altri Paesi come la Francia e la Germania c’è qualcosa che non torna sul numero dei decessi”. Lo spiega all’Adnkronos Salute Matteo Bassetti, direttore della Clinica delle malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova e presidente della Società italiana terapia anti-infettiva (Sita).

Francia e Germania mentono sui dati del coronavirus?

“C’è qualcosa che non mi torna – precisa Bassetti – O i nostri dati sono sovrastimati, ovvero abbiamo messo nel calcolo dei decessi per coronavirus chi è morto anche e non per il coronavirus, o Francia e Germania non dicono la verità: nel primo Paese ci sono 4 morti su 285 casi. Come è possibile?”. “Se riusciamo ad affrontare questa emergenza come un’onda lunga – aggiunge – il sistema può tenere. Questo vuole dire concentrarci sui positivi al coronavirus e sui pazienti gravi. Ora non è più il tempo di fare tamponi a tappeto”, conclude Bassetti.

La Germania si prepara alla crisi economica

E lo prova il fatto che l’industria tedesca si sta preparando al colpo economico dell’epidemia di coronavirus. “La crescita economica minaccia quasi di arrestarsi”, avverte un rapporto trimestrale della Federazione delle Industrie Tedesche (Bdi). Se le economie nazionali colpite dalla pandemia non torneranno alla normalità nel secondo trimestre, la Bdi si aspetta una riduzione della produzione economica tedesca. L’ente industriale aveva precedentemente previsto una crescita dello 0,5 per cento per la più grande economia europea nel 2020, anche grazie al fatto che quest’anno ha più giorni lavorativi rispetto all’anno precedente.

Siamo sull’orlo di una crescita negativa

La Germania è già sull’orlo di una crescita negativa. Nel 2019 l’economia è cresciuta solo dello 0,6 per cento, con un calo significativo rispetto agli anni precedenti, dopo che nel quarto trimestre il prodotto interno lordo ha ristagnato a zero. La Bdi chiede al governo tedesco di rispondere all’ulteriore minaccia del nuovo coronavirus con misure concrete nelle prossime settimane, come la reintroduzione dei sistemi di compensazione del lavoro a orario ridotto visti per l’ultima volta in Germania durante la crisi finanziaria del 2008/2009. “Non si deve permettere che la Germania scivoli nella recessione”, afferma il rapporto Bdi.

Negli Usa non va meglio

E’ bloccata nel porto di San Francisco dalla Guardia Costiera Usa la nave da crociera a bordo della quale viaggiavano due persone che sono risultate positive al coronavirus, una delle quali è morta. I due avevano partecipato dall’11 al 21 febbraio ad una crociera in Messico, e dopo essersi sbarcati a San Francisco, insieme ad altri 2500 passeggeri, e si sono ammalati.

Anche Betlemme chiude chiese e moschee

Le autorità di Betlemme hanno disposto la chiusura di tutte le moschee e le chiese per 14 giorni per contenere la diffusione del nuovo coronavirus. Lo ha reso noto il ministero della Sanità palestinese al termine di una riunione straordinaria convocata dopo la segnalazione di casi sospetti in nell’Angel Hotel di Betlemme. E’ stato quindi chiesto di cancellare tutte le prenotazioni effettuate negli hotel della città, mentre le persone presenti nell’Angel Hotel verranno poste in quarantena. Il ministero ha quindi chiesto che venga rafforzato lo stato di emergenza a Betlemme, Gerico e nelle città e nei villaggi vicini. La Wafa spiega inoltre che sono state cancellate tutte le attività e gli eventi previsti a Betlemme.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *