Coronavirus, delirio del senatore M5s: “Italiani, ora capite che significa essere respinti?”

1 Mar 2020 12:22 - di Carlo Marini
M5s, senatore Mantero

Come diceva un vecchio film di Lino Banfi? Vieni avanti, grillino. Non era proprio questo il titolo, ma il coronavirus deve aver provocato effetti allucinanti su alcuni eletti M5s.

Prendete Matteo Mantero, senatore della Repubblica, eletto nella lista pentastellata. Ha scritto un post delirante, che riportiamo con un certo disgusto, per dovere di cronaca. L’ineffabile parlamentare M5s fa un parallelo tra gli italiani colpiti dal coronavirus e gli immigrati clandestini. Avete capito bene. Incommentabile, fatevi voi un’opinione. Ecco, di sequito, il post integrale.

Il post delirante sul Coronavirus

“Forse ora inizieremo a capire cosa vuol dire essere respinti solo perché si proviene da un paese diverso, essere tenuti segregati contro la propria volontà, magari lontani dalla famiglia, perché considerarti appestati, essere guardati con sospetto o addirittura con paura. Forse ci torneranno alla mente questi giorni la prossima volta che ci verrà voglia di negare la terra a poveri disgraziati che hanno solo la colpa di fuggire da una guerra, da una carestia o magari da un epidemia. Allora questa dolorosa esperienza sarà almeno servita a qualcosa, altrimenti…”. Così scrive in un post su Facebook il senatore del M5S Matteo Mantero, rilanciando gli hashtag #coronavirus e #umanità.

La reazione degli elettori M5s: “Sei un pidiota”

“Mi sa che chi va con lo zoppo impara a zoppicare, lei è diventato un pdiota”. Il commento di uno degli amici su Fb di Mantero la dice tutta. Un altro amico del parlamentare grillino, scrive: “Una cosa è vietare a commercianti, turisti e lavoratori italiani l’ingresso (temporaneamente) per tutelare la salute pubblica ed un altra cosa è fare entrare migliaia di clandestini che poi non lavorano e stanno nei centri d’accoglienza finanziati dalle tasse che pagano imprese e famiglie. Abbiamo il 64% di pressione fiscale per finanziare vitto e alloggio agli sfaticati ed ai delinquenti. Ma per favore Matteo…”

I commenti sulla bacheca del senatore Mantero

Assurdo paragone, come fa notare un altro elettore distingue, opportunamentente. “Una cosa essere respinto per un’immigrazione non controllata anche per delinquere unaltra cosa per una causa di salvaguardia della salute”.  Ma il senatore M5s, che ha condotto anche una crociata per la legalizzazione della cannabis, non può capire. Lo capirà alle prossime elezioni.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  • Giorgio Manzin 11 Marzo 2020

    “Finalmente capite…”. Dunque non ti darò del poveraccio… Ma argomentero’ anche con te. Non volevo sconosciuti prima se non li conosco ne sono identificatine li voglio ORA. E nessuna recriminazione se p.es.la Slovenia in cui prima del DPCM ero un giorno si ed un altro anche ora mi chiude i confini. Perché dovrebbe tenerli aperti se siamo noi ora ad essere sconosciuti dal punto di vista della salute?? Ma il fatto che tu faccia insipide ramanzine moraliste approfittando della malattia ti dovrebbe spingere fuori dalla politica.

  • Francesco Ciccarelli 1 Marzo 2020

    Il deputato Mantero vuole la droga libera e i confini aperti che faranno aumentare gli spacciatori neri: i nodi vengono al pettine…

  • ALDO 1 Marzo 2020

    POVERA ITALIA !

  • Luca 1 Marzo 2020

    Sono arrivato a Stoccarda il 27 febbraio, in pieno Corona virus, sono rimasto fino al primo marzo ed a differenza di quanto detto dal senatore 5 stelle sono stato accolto benissimo ed in ogni locale o negozio in cui sono stato mi hanno ringraziato per aver contribuito all’economia tedesca spendendo soldi. Qua si parla di corona virus ma in termini diversi e dando uno spazio alla notizia pari ad altre non monopolizzando i TG e tutte le trasmissioni a qualsiasi ora della giornata come in Italia. Una riflessione andrebbe fatta.

  • SUGERITI DA TABOOLA