Come in “Cassandra crossing”: treno bloccato in Campania per paura dei contagiati

domenica 8 Marzo 12:44 - di Redazione

Resta bloccato nelle campagne dell’Alto Casertano l’Intercity Notte 797 partito ieri sera da Torino e diretto a Salerno. Il convoglio è stato prima fermato in zona Villa Literno probabilmente per ordini superiori, maturando un ritardo di 28 minuti alle 9.35. Il convoglio era ripartito solo dopo oltre un’ora con la successiva segnalazione di Albanova alle 10.57 con +96 minuti.  Al momento il treno risulta ancora fermo a San Marcellino Frignano dalle 11. Secondo alcune fonti sono stati effettuati controlli sanitari a bordo.

Il treno era partito alle 22.55 da Milano Centrale (proveniente da Torino Porta Nuova) con arrivo a Napoli Centrale previsto per le 9.40. A bordo ci sono circa cento persone, che avevano lasciato il capoluogo lombardo poco prima dell’annuncio ufficiale del decreto che ha “chiuso” la Lombardia.

Misure di controllo sono state prese alla stazione centrale di Napoli era scattato il protocollo per il coronavirus. La Polfer ha organizzato un presidio, con tende della Protezione Civile all’interno della stazione di Piazza Garibaldi. Nel caso di arrivo a Napoli dell’Intercity, i passeggeri saranno probabilmente controllati una volta scesi sulla banchina e saranno effettuati controlli sulla temperatura per verificare se qualcuno presenta sintomi Anche a Salerno, la Prefettura ha fatto sapere che sono stati istallati dei presidi per chiedere ai passeggeri la provenienza e la presenza di eventuali sintomi da contagio di Coronavirus. Tutte le Regioni del sud hanno imposto controlli e “quarantene” a chi sta tornano in queste ore dalle zone rosse.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *