Bravo Ferrari! La Meloni fiera del sindaco di Piombino: rifiutata da tutti i porti, la nave Costa ora sbarcherà (video)

lunedì 30 Marzo 12:42 - di Redazione
Frame dal video postato sulla pagina Fb della Meloni

Sul dramma delle navi da crociera rifiutate dai porti all’estero. Con passeggeri italiani a bordo in difficoltà. Con connazionali, turisti e membri degli equipaggi a bordo forse contagiati dall’infezione di coronavirus. E in giro per i mari perché rifiutati anche da diversi porti di casa nostra, un solo sindaco si è fatto avanti: il primo cittadino di Piombino, Francesco Ferrari. Esponente di Fratelli d’Italia. E ad appoggiare e approvare la sua iniziativa. Il suo coraggio. La sua determinazione, è la stessa leader del partito, Giorgia Meloni, che sulla sua pagina Facebook posta il discorso del sindaco. E plaude alla svolta data al caso della Costa Diadema.

La Meloni plaude all’iniziativa del sindaco di Piombino, Francesco Ferrari

«Oggi un sindaco di Fratelli d’Italia si è fatto carico di risolvere una situazione difficile e delicata: quella della Costa Diadema». Esordisce partendo dalla risoluzione del caso nel suo post di approvazione per l’operato del sindaco Ferrari, Giorgia Meloni. Poi prosegue: «Questa nave, battente bandiera italiana e con centinaia di nostri connazionali a bordo, si trova in mare da giorni. Rifiutata da molti porti italiani perché tra i passeggeri ci sono persone malate, potenzialmente affette da Coronavirus. Questa mattina, dopo aver parlato con il Ministro De Micheli, ho sentito il Sindaco Francesco Ferrari. E la nave domani mattina attraccherà a Piombino perché il sindaco ha compreso la situazione, e con grande senso di responsabilità ha concesso alla nave di utilizzare il porto della sua città».

In mare da giorni, la nave da crociera Costa Diadema sbarca a Piombino

Permettendo così, aggiunge la Meloni, «che l’equipaggio potesse sbarcare e ricevere le cure di cui ha bisogno. Tutto ciò in completa sicurezza. Lontano dalla città e dai cittadini che non correranno alcun rischio di essere contagiati. Sono orgogliosa di Francesco e del suo grande senso di responsabilità nel gestire una situazione difficile. L’Italia è una grande Nazione, ed è soprattutto nei momenti di difficoltà che si deve dimostrare coraggio e unità. Bravo Sindaco Ferrari!».

 

 

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Dino Vené 31 Marzo 2020

    Bravo Sindaco ,

  • Nino 31 Marzo 2020

    I sindaci, che non hanno voluto accogliere la nave da crociera, sarebbero stati propensi ad accogliere una nave ong che avrebbe sbarcato, oltre a poveri profughi, anche probabili terroristi. E forse anche infettati dal coronavirus.

  • Renato 31 Marzo 2020

    Bravissimo Sindaco! Ecco come si fà la vera solidarietà. Forza e coraggio ???

  • claudio dal canto 31 Marzo 2020

    Un esempio di grande coraggio e civiltà Piombino e i suoi cittadini sono sempre stati generosi questa è la dimostrazione ,il sindaco ha saputo ben gestire una situazione difficile .Le cose buone portano cose buone e mi auguro che le compagnie di crociere quando il mondo ritorna ad essere normale si ricordi di questa giornata e che faccia Piombino una base di scalo per far visitare la Toscana e Lazio cosi creare lavoro che oggi Piombino ne ha bisogno.Ricordiamoci che quando ci fù il caso della Concordia Piombino era candidata per la demolizione della nave con risultato di posti di lavoro e fu scartata per motivi politici

  • enrico albini 31 Marzo 2020

    GRANDE SINDACO, BRAVISSIMO

  • Francesco 31 Marzo 2020

    Grande sindaco, il tuo volto e le tue parole evocano la grandezza del nostro RISORGIMENTO . Grazie

  • Giuseppe Forconi 31 Marzo 2020

    Bravi, ma spero comunque si facciano i dovuti accertamenti prima di sbarcare i passeggeri. Se ci sono contaminati vanno immediatamente mandati in appositi posti per la quarantena. Non e’ cattiveria ma semplice precauzione.

  • giovanni vuolo 30 Marzo 2020

    Bravo Sindaco. Questa è accoglienza, non quella fake ed indiscriminata. Gli italiani sono solidali e rispettano le regole del mare, ed i valori umani di mutuo soccorso, quando c’è vera emergenza.Ma non sono “fessi” !!!!!!!!!